Tumore al seno, la Asl chiama le donne a sottoporsi allo Screening

TERAMO – Dopo l’iniziativa del camper mobile, la Asl di Teramo ha dato il via dal 19 novembre a un articolato programma di Screening della mammella grazie a un budget di 400mila euro stanziato dalla Regione Abruzzo. Nell’ambito di questo programma che si concluderà nel giro di due anni, la Asl di Teramo, convocherà tutte le donne comprese tra i 50 e i 69 anni, a recarsi nei presidi ospedalieri per effettuare le mammografie gratuite e prevenire o diagnosticare in anticipo la nascita di un tumore alla mammella che colpisce una donna su 11. A illustrare i dettagli dell’iniziativa nel corso di una conferenza stampa sono stati il coordinatore del programma di screening alla mammella, il sindaco Maurizio Brucchi, e il direttore sanitario Camillo Antelli che hanno spiegato come per i comuni montani verrà seguita una procedura diversa. Infatti dall’osservazione dei risultati del programma di screenig precedente, è emersa una scarsa partecipazione della popolazione femminile residente nei Comuni di montagna, probabilmente per via delle condizioni geograficamente più ostili. Pertanto la Asl di Teramo ha stabilito di raggiungere queste donne "a casa" grazie a un camper mobile con a bordo un equipe che eseguirà le mammografie. Il mezzo e il servizio ferrà effettuato da una società specializzata e vincitrice di un bando di gara. Questi i Comuni interessati: Arsita, Castelli, Colledara, Cortino, crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Pietracamela, Rocca Santa maria, Tossicia e Valle Castellana. Il programma coinvolgerà circa 36.500 donne residenti in tutta la provincia di Teramo che verranno invitate dalla Asl, secondo un cronoprogramma anagrafico, a sottoporsi algi esami diagnstici. I referti negativi verrano inviati a casa, in caso contrario le pazienti verranno inserite nel percorso senologico che le prenderà in cura.

Leggi il calendario delle tappe del camper

Leave a Comment