Pallamano, le teramane perdono di rigore

TERAMO – I rigori non si addicono alle squadre teramane di handball. Sia la Teknolettronica in campo maschile che l’Artrò Globo in quello femminile, hanno infatti perso le rispettive gare in Serie A alla lotteria dei tiri dai 7 metri che il regolamento impone in caso di parità al termine dei 60 minuti di gioco. La Teknoelettronica ha lasciato due punti (conquistandone uno) sul campo del Fondi (33-31) nello scontro diretto per la terza piazza del girone C, le donne sono cadute in casa contro il Conversano (33-32). In terra laziale la sconfitta ai rigori ha mostrato una Tekno indubbiamente in grado di ambire al terzo posto valido per i play-off. Avanti sempre nel primo tempo, anche fino a sfiorare il +5, i ragazzi di Fonti dopo aver chiuso la prima frazione avanti 16-13, hanno subìto pesantemente a inizio di ripresa (era il 33′ di gioco) l’espulsione di Gonzalo Viscovich, per somma di esclusioni temporanee. La Tekno d’altri tempi si sarebbe inginocchiata all’avversario, ma il carattere dei giovani teramani, presi per mano dal cannoniere del campionato di Serie A, Vuk Milosevic (15 gol per lui nello score finale), sono riusciti a tenere testa, cedendo solo nella metà del tempo al Fondi (23-22) e riacciuffando sul 29-29 al fischio finale una partita che sembrava compromessa. Lo sforzo della rincorsa non è però stato coronato dai rigori, dove i biancorossi sono stati meno precisi dei fondani. Il punto conquistato rimette sì la Teknoelettronica al quarto posto ma a brevissima distanza proprio dal Fondi e con un girone di ritorno intero da giocare, a cominciare dal derby di sabato prossimo a Città Sant’Angelo. In campo femminile, invece, la squadra di Labrecciosa, al ritorno in campo dopo la lunghissima pausa per gli impegni della Nazionale, ha provato a ribaltare la sconfitta dell’andata contro la matricola Conversano. Chiuso il primo tempo sul minimo vantaggio (13-12), le teramane hanno dovuto giocare sempre al massimo ma senza riuscire a piazzare il break decisivo, seppur trascinate da una ottima Miladinovic (11 reti per lei) coadiuvata dalla Popescu. Alla fine il tabellone segna 28-28 e dai sette metri la precisione premia le pugliesi che così vanno anche sul 2-0 nello scontro diretto.
Ecco i tabellini dei due incontri con relativi risultati e classifiche.

Serie A Prima Divisione Nazionale maschile – Girone C
Semat Fondi-TeknoElettronica Teramo 33-31 d.t.r. (p.t. 13-16; s.t. 29-29)
Semat Fondi: Panariello 1, Lauretti 2, Gionta, Molineri 5, Di Manno S. 4, Di Cicco, Pestillo, Djordjievic 10, D’Ettorre 4, Di Manno G. 4, Di Manno V. 3, Riccardi, D’Angelis, Di Palma. All: Giacinto De Santis.
TeknoElettronica Teramo: Di Marcello M, Leodori 1, Marano, Barbuti, Milosevic 15, Santucci 1, Murri 3, Vaccaro 7, Di Giandomenico, Angeletti, Viscovich, Di Marcello P. 3, Bellia, Lodato 1. All: Marcello Fonti.
Arbitri: Bassi-Scisci.

I risultati
Gaeta-Conversano 26-34
Fondi-Teknoelettronica 33-31 dtr
Cus Chieti-Città Sant’Angelo 30-38
Putignano-Noci 28-34
Lazio-Cus Palermo 22-33
Riposava: Fasano
La classifica
Fasano 30; Conversano 27; Fondi 20; Teknoelettronica e Noci 19; Città Sant’Angelo 15; Gaeta 11; CUS Palermo 9; CUS Chieti e Lazio 6; Putignano 0.

Serie A1 Femminile
HC Teramo – Lombardi Ecologia 32-33 d.t.r. (p.t. 13-12; s.t. 28-28)

HC Teramo: Andrei, Delli Rocili, Fini 1, Cherone 3, Krese 4, Laczo 6, Lampis, Miladinovic 11, Popescu 6, Czernecka 1, Satta, Adamczyk, Pino, Di Stefano. All: Serafino La Brecciosa.
Lombardi Ecologia Conversano: Chiarappa 1, Di Lorenzo, Di Maggio 1, Fanelli 1, Giona, La Guardia 2, Landri 2, Lapresentazione, Minoia, Olivieri 3, Piffer, Rotondo 10, Toro, Duran 13. All: Suada Sejmenovic.
Arbitri: Boscia-Pietraforte.

I risultati
Nuoro-Sassari 20-31
Teramo-Conversano 33-34 dtr
Jomi Salerno-Mestrino 46-26
La classifica
Sassari 18; Salerno 15; Conversano 11; HC Teramo 4; Mestrino 3; HAC Nuoro 0.

Leave a Comment