Comprava cesti natalizi con assegni a vuoto: arrestato

SANT’EGIDIO – Voleva comprare cesti di Natale con assegni a vuoto ma la sua quarta potenziale vittima, il titolare di un’azienda agricola di Sant’Egidio, si è accorto dell’inganno e lo ha smascherato, avvertendo i carabinieri che lo hanno bloccato e arrestato per truffa aggravata e continuata. Daniele Prosperi, 28 anni di Pineto, aveva fatto preparare 24 cesti di prodotti tipici, chiedendo di pagare con assegni. Quando lo ha fatto, dopo aver caricato il suo furgone con la merce, ha capito troppo tardi che tra i fattorini dell’azienda c’erano i carabinieri che lo hanno blocato e sequestrato i titoli con ci avrebbe voluto pagare: Da una verifica è stato accertato che erano senza fondi e che erano agganciati a uno dei sette conti correnti bancari e postali in suo possesso, gli stessi con cui aveva ingannato in precedenza i titolari di due frantoi di Roseto e Morro d’Oro e di un negozio di prodotti tipici di Bellante. La perquisizione nella sua abitazione ha confermato l’esistenza della merce acquistata con l’inganno, parte di quella complessiva per un valore di circa 10mila euro, portata via illecitamente. Tra l’altro, il furgone su cui si muoveva era anche senza assicurazione e revisione per cui è stato sequestrato. Al giovane sono stati concessi gli arresti domiciliarti in attesa dela convalida dinanzi al giudice.

Leave a Comment