Il Comune regala computer ai detenuti di Castrogno

TERAMO – «Un’esperienza forte e sempre toccante». Così il sindaco Maurizio Brucchi definisce la sua visita al carcere di Castrogno nel giorno della Vigilia di Natale. Accompagnato dagli assessori Guido Campana e Giacomo Agostinelli, il primo cittadino ha deciso di trascorrere così la mattinata della Vigilia. «Abbiamo ascoltato quello che i detenuti avevano da dirci – continua il sindaco – e, tra gli altri, abbiamo incontrato anche Salvatore Parolisi, al di là delle vicende giudiziarie, su cui non entro, mi è sembrato un uomo molto provato». Tra i detenuti che il sindaco e gli assessori hanno incontrato c’è anche Gennaro Esposito, autore di una poesia sul Natale, che l’assessore Campana ha deciso di allegare al calendario realizzato da Team e Comune. «C’è stato anche chi – aggiunge il sindaco – mi ha detto di aver seguito la mia battaglia per salvare Teramo capoluogo». I rappresentanti del Comune hanno anche visitato la sezione femminile, dove Brucchi, bella sua veste di medico senologo è già stato con il “camper rosa” per effettuare la fondamentale prevenzione del tumore al seno. «Torneremo anche nel 2013 – annuncia il sindaco – e stavolta faremo anche le mammografie». Sindaco e assessori hanno anche avuto modo di vedere con i propri occhi i problemi del carcere. «Sicuramente – afferma Brucchi – mancano i fondi, così come avviene per tutti gli istituti di pena a livello italiano, anche se il direttore e tutti gli operatori lavorano sodo e si impegnano, ad esempio stanno realizzando degli orti botanici e hanno creato un’area esterna al carcere dove le donne possono incontrare la loro famiglia. Ci è stato segnalato anche il problema del trasporto pubblico, con i bus che effettuano poche corse verso Castrogno. A gennaio, inoltre, riceverò in Comune gli agenti di polizia penitenziaria che ci hanno chiesto un incontro per illustrare a fondo le loro problematiche». Il Comune inoltre ha deciso di donare al carcere alcuni computer dismessi dagli uffici dell’Ente.    

Leave a Comment