La Messa a Castrogno in diretta… via telefono

TERAMO – L’impenetrabilità della struttura edilizia del carcere di Castrogno ha rischiato questa mattina di far saltare la diretta radiofonica della Messa di Capodanno del vescovo agli ospiti del penitenziario sulle frequenze nazionali di Radio Maria. L’acciaio e il cemento dell’edificio impediva qualsiasi tipo di collegamento via etere, sia normale che satellitare. E così, per non rischiare che la diretta radiofonica saltasse, tutti si sono prodigati per garantire un contatto con l’esterno e il compito di trovare la soluzione è stato assunto dalla Asl di Teramo. Il telefono dell’infermeria della casa circondariale, messo a disposizione dall’azienda sanitaria locale, è stato utilizzato per un collegamento estemporaneo con la cappella interna del carcere, dove monsignor Michele Seccia ha celebrato la funzione religiosa per i detenuti e per il personale. Una soluzione di emergenza molto apprezzata sia dall’alto prelato che dal direttore del carcere, Stefano Liberatore.

Leave a Comment