La Manon Lescaut di Puccini chiude la Stagione Lirica a Teramo

TERAMO – Dopo il tutto esaurito registrato ad Ascoli, Chieti, Fermo ed Atri, con il tutto esaurito, questa sera, alle 20.30, nel Teatro Comunale di Teramo andrà in scena la Manon Lescaut di Giacomo Puccini. L’opera rappresenta un passaggio chiave nella storia del realismo italiano con le sue continue aperture alla musica “nuova” rappresentata da Richard Wagner e Giuseppe Verdi che esalta la capacità di Puccini di ricevere e rielaborare spunti culturali eterogenei sintetizzandoli in un’unità dalle caratteristiche completamente nuove.Suonerà l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Il Coro sarà quello del “Ventidio Basso” di Ascoli Piceno diretto dal Maestro Paolo Speca. Tra gli interpreti il soprano Raffaella Angeletti nel ruolo di Manon Lescaut, il tenore Leonardo Caimi nel ruolo di Renato De Grieux, il baritono Corrado Carmelo Caruso sarà Lescaut fratello di Manon, il basso Carlo Di Cristoforo sarà Geronte di Ravoir, il tenore Alessandro Fantoni sarà Edmondo. La Manon Lescaut rappresenta l’evento conclusivo della Stagione Lirica Teramana – Fondazioni all’Opera, finanziata dalla Fondazione Tercas, organizzata e prodotta dalla “Società della Musica e del Teatro Primo Riccitelli”, con la direzione artistica di Massimiliano Stefanelli e la regia di Aldo Taraballa I biglietti si potranno acquistare questa mattina fino alle 13, nella sede della Primo Riccitelli, online sul sito www.primoriccitelli.it e oggi pomeriggio, dalle ore 16 alle 20, al botteghino del Teatro Comunale.

Leave a Comment