Fibrosi cistica: «Aspettiamo la Fondazione Tercas»

TERAMO – L’Associazione Genitori dei malati di fibrosi cistica interviene nella polemica sul finanziamento concesso dalla Fondazione Tercas al progetto di ricerca scientifica sulla malattia e su cui nei giorni scorsi era intervenuto con una interrogazione ii consigliere regionale dell’Idv, Cesare D’Alessandro. E dall’associazione si apprende che, contrariamente a quanto esposto di recente, la Asl di Teramo ha prodotto il documento necessario perchè l’iter procedesse verso la messa a disposizione del fondo. Cosa manca, invece, è la delibera della Fondazione Tercas che non dà seguito a quanto impegnato. Almeno questo è quanto asserisce l’Associazione: «Ci siamo rivolti agli uffici di competenza della Asl – scrive in una nota l’Associazione – per avere informazioni sull’iter della pratica chiedendo di  poter conoscere quale fosse realmente la situazione. In questo ufficio abbiamo trovato umanità, competenza e grande professionalità del personale responsabile, il quale, ha dimostrato di avere già inviato, debitamente firmata, la documentazione richiesta alla Fondazione Tercas, della cui delibera ufficiale restiamo ora in attesa». Intanto, la Lega Nazionale per la Fibrosi Cistica fa sapere che intende occuparsi direttamente della situazione del Centro di Referenza Regionale di cura della malattia, che si trova all’ospedale di Atri. A tal proposito l’Associazione dei genitori fa sapere che la Lega nazionale si rivolgerà alla magistratura per far chiarezza sui fondi regionali che negli ultimi anni la Asl ha tenuto vincolati, ostacolando così la crescita del Centro e negando ai giovani e giovanissimi pazienti abruzzesi gli stessi diritti di cura e di serenità che offrono altre regioni italiane.

Leave a Comment