Smantellata centrale della droga, 13 arresti: spacciati 14 chili di cocaina, un affare da un milione di euro

TERAMO – Quattrordici chili di eroina spacciata in due anni e mezo per un valore sul mercato di un milione di euro, 13 arresti, eseguiti all’alba tra Teramo e Montorio: è il bilancio dell’operazione "Monte d’Oro" che la squadra mobile di Teramo, in collaborazione con il Servizio centrale operativo, ha condotto la scorsa notte nel Teramano e nelle province di Modena, Reggio Emilia ed Ascoli. A dirigerla la Direzione distrettuale antimafia dell’Aquila, essendo contestato a quattro dei 14 l’associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti. Cocaina in particolare. Era la sostanza che viaggiava sull’asse Modena-Montorio al Vomano, a chili. L’indagine era scattata alla fine di agosto del 2011 e a dicembre, nel corso di una perquisizione domiciliare a casa di Lorenzo Pinciotti, operaio di Montorio, erano stati trovati 29 grammi di cocaina e soprattutto un libro-mastro che è diventato la stella polare dell’indagine. Gli agenti della mobile diretti dal vicequestore aggiunto Gennaro Capasso hanno letto e capito, riuscendo a ricostruire i legami, i rapporti, i passaggi chiave del traffico: nomi e cognomi, date dei versamenti attarverso il sistema Western Union e gli importi, rifornitori, date dei viaggi e contatti, rubrica telefonica. Quanto basta per aprire un pentolone bollente che ha coinvolto decine e decine di persone, a partire dagli albanesi che costituivano il ‘negozio’ dove la banda si riforniva. E anche gli intermediari, i ‘cavalli’ che quella droga poi la smerciavano a centinaia di clienti, giovani, studenti, professionisti, di mezza provincia di Teramo. Quattordici gli indagati, tredici gli arresti, a quattro di loro il gip dell’Aquila, su richieasta del pm David Mancini, ha concesso gli arresti domiciliari.

Chi sono gli arrestati. In cercare sono finiti Artan Kurti, albanese di 35 anni residente a Modena, Lorenzo Pinciotti, 39 anni, Davide Boschi, 41 anni, Gianni Antonio Calisti, 46 anni, Luigi Di Giulio, 39 anni, Luciano Cimini, 37 anni, Marco Di Carlo, 45 anni, tutti di Montorio, Edmond Buzi, albanese di 30 residente a Castel di Lama (Ascoli Piceno), Martin Troka, albanese di 24 anni residente a Rubiera (Reggio Emilia). Ai domiciliari sono: Maurizio Marano, 27 anni, Catia Contasti, 37 anni tutti e due di Montorio, Nico Giancola, 22 anni di Penna Sant’Andrea, Roberto Massimo De Santis, 39 anni di Civitella del Tronto.

Leave a Comment