Pagano: «Restiamo nel Pdl ma a certe condizioni»

PESCARA – "Siamo pronti a rimanere nel Pdl soltanto se ci saranno proposte condizioni chiare: commissariamento del partito locale e soprattutto promozione di un forte rinnovamento della classe dirigente regionale che in questi anni ha gestito male il partito. Solo così potremmo trovare le giuste motivazioni per celebrare la prossima campagna elettorale". Lo ha detto Nazario Pagano, Presidente del Consiglio regionale, intervenendo stamane, a Pescara, all’apertura dei lavori dell’assemblea di AgorAbruzzo, il movimento politico che racchiude consiglieri regional, amministratori locali e molti simpatizzanti del Pdl. In sala c’erano oltre 200 persone, provenienti dai comuni e centri limitrofi. "Pescara e la sua provincia sono state private di una rappresentanza parlamentare – aggiunge ancora Pagano – e le responsabilita’ sono di chi, oggi, ha gestito male il partito a livello locale. Nelle liste non c’e’ stato un solo segnale di innovamento, salvo qualche foglia di fico messa in posizione non eleggibile. Tuttavia, il prossimo anno abbiamo in programma elezioni importanti, come le regionali, le provinciali e il rinnovo dei consigli comunali, in particolare quello di Pescara. Se le nostre condizioni non saranno accettate – aggiunge il Presidente del Consiglio – ci sarà il nostro totale disimpegno a partire dalla prossima campagna elettorale". Il Presidente Pagano, poi, conclude: "Noi siamo uomini e donne liberali, e dunque sostenitori dei valori della persona e della famiglia, e dunque rimarremo sempre antagonisti alle forze politiche di sinistra".

Leave a Comment