Campli, è polemica per il bocciodromo negato ai sostenitori di Gatti

TERAMO – Il sindaco di Campli, Gabriele Giovannini, non concede il bocciodromo per un incontro politico organizzato dall’associazione “Nuova Teramo-Condividere per crescere” a sostegno del candidato alla Camera Paolo Gatti, da qui la polemica con il primo cittadino. L’iniziativa, fissata in un primo momento a Piancarani di Campli si è svolta in un locale vicino, ma i promotori dell’associazione hanno voluto manifestare il disappunto per una decisione definita “politicamente imbarazzante”. “Il bocciodromo – spiega il presidente Antonio Iampieri – è stato sempre messo a disposizione della comunità per incontri di vario genere, feste ed eventi aggreganti di ogni tipo. Non capiamo dunque la ragione di una scelta che ci è stata comunicata solo la sera precedente, senza fornirci motivazioni plausibili e mettendo in imbarazzo non solo i membri della nostra associazione, ma anche i tanti cittadini camplesi che si sono presentati all’appuntamento e hanno trovato il bocciodromo, già allestito per l’evento, chiuso”. L’associazione ipotizza motivazioni politiche riconducibili alle vicine elezioni. “Giova ricordare che il bocciodromo è una proprietà pubblica, e aperta alla collettività, pertanto auspichiamo che non accadano più brutte figure”. Di parere diverso il sindaco Gabriele Giovannini che respinge con fermezza le accuse di antagonismo poltico. “L’associazione ha prenotato il bocciodromo per l’iniziativa, ma non ha presentato la richiesta in tempo utile al Comune per procedere con i soprallughi tecnici necessari a tutelare l’incolumità dei cittadini che prendono parte a manifestazioni pubbliche di questo genere. Per garantire la location indicata , e dunque le necessarie autorizzazioni – ha concluso Giovannini – era sufficente rimandare di qualche giorno l’iniziativa. Disponibilità che non c’è stata al contrario. Si tratta solo di una polemica strumentale messa in piedi con il solo obiettivo di colpire l’amministrazione comunale”.

Leave a Comment