Udc, i segretari provinciali: "Si volta pagina con una nuova classe dirigente"

TERAMO – “L’antipolitica non si sconfigge denigrando i propri avversari ma cercando di riconquistare la fiducia delle persone, non con false promesse, ma solo mettendo a completa disposizione del territorio il proprio bagaglio umano culturale professionale e politico”. E’ la riflessione che emerge in una nota congiunta delle quattro segreterie provinciali dell’Udc abruzzese diffusa per esprimere soddisfazione dopo la presentazione delle candidature, tenutasi ieri a Teramo alla presenza del leader Pier Ferdinando Casini, dei dirigenti del partito, degli amministratori e degli appartenenti al mondo dell’associazionismo e della società civile. “La linea del partito che seguiamo ogni giorno – scrivono i segretari delle rispettive province – è quella tracciata dalle scelte del partito nazionale: alla Camera dei deputati con Giorgio De Matteis ed al Senato della Repubblica, nella coalizione Monti, con Nicoletta Verì. Molte le riflessioni fatte durante questo pubblico e partecipato incontro ma, prima fra tutte, quella di dar vita ad una nuova classe dirigente che sappia portare con competenza in Parlamento tutte le istanze della nostra Regione e far ascoltare la sua voce al fine di risolverne le criticità. La nota è stata firmata da Alfonso Di Sabatino Martina, (segretario prov.leTeramo), Antonello De Vico (segretario prov.le Pescara), Andrea Buracchio (presidente segreteria Chieti), Morena Di Pasquale (segretario prov.le L’Aquila).

Leave a Comment