Altre piccole scosse nel Teramano

TERAMO – Alle 6:13 di questa mattina la terra ha tremato in provincia di Teramo, per la terza volta nello stesso distretto, vale a dire quello della costa abruzzese, con riferimento Teramo, a una profondità di 24.7 chilometri. La magnitudo rilevata dai sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia è stato di 2.3, la stessa dei precedenti eventi registrati ieri alle 5:23 e alle 15:25. Si tratta di movimenti tellurici definiti normali, che non sono stati avvertiti dalla popolazione, diversamente da quello di itnensità 3.5 che stanotte alle 2:36 ha colpito la zona tra Bologna e Ravenna. Nel distretto teramano l’ultimo movimento sismico era stato registrato venerdì 2 febbraio alle 22:42 (magnitudo 2.4).

Leave a Comment