Crisi, in Abruzzo il reddito procapite è di 15.391 euro

TERAMO – Il reddito disponibile per abitante, in Abruzzo, si attesta a 15.391 euro. La Regione è la prima d’Italia per variazione, tra il 2010 e il 2011, del reddito da lavoro dipendente, pari al +4% (+1,7% in Italia). Lo rileva l’Istat nel rapporto sul ‘Reddito disponibile delle famiglie nelle Regioni’, aggiornato al 2011. In particolare, la variazione del reddito disponibile delle famiglie è pari al +3% (+2,1% in Italia) tra il 2010 e il 2011 e al + 0,4% (come la media italiana) tra il 2008 e il 2011, anni della crisi economica. Il reddito disponibile delle famiglie per abitante, invece, tra il 2008 e il 2011, è sceso dello 0,7% (-1,2% in Italia). Per quanto riguarda i redditi da lavoro dipendente, che sono la componente più rilevante nella formazione del reddito disponibile delle famiglie (a livello regionale la loro incidenza sul reddito disponibile varia tra il 51 e il 67%), l’Abruzzo, rileva l’Istat, "in controtendenza, presenta l’incremento più alto del Paese (+4%)". Il reddito che deriva alle famiglie dalla proprietà di abitazioni, componente principale del risultato lordo di gestione, nel 2011 è cresciuto del 2,8%, con dinamiche inferiori rispetto alla media nazionale (+4,6%).

Leave a Comment