Parcheggi per disabili: «Contro i furbetti servono vigili in borghese»

TERAMO – Vigili urbani in borghese, per combattere i falsi invalidi al volante. La proposta arriva dal capogruppo di “Futuro In” Franco Fracassa, che già in passato ha portato avanti una campagna contro i contrassegni scaduti, ereditati da parenti ormai deceduti o addirittura falsificati. Grazie ai controlli capillari i talloncini destinati agli invalidi, da esibire sull’auto per parcheggiare negli stalli dedicati, sono stati ridotti da circa 1800 a circa 650. «Purtroppo però – afferma Fracassa – resta ancora la pessima abitudine di utilizzare il contrassegno come un lasciapassare per ottenere un parcheggio gratis, senza in realtà portare con sé il disabile, come invece prevede la legge». Contro questo malcostume Fracassa propone quindi di anticipare alle 7-7,30 i controlli dei vigili urbani nelle zone più strategiche della città, come piazza Dante o l’ospedale civile, e di farli in borghese, in modo da individuare e sanzionare con più facilità i comportamenti scorretti. Intanto il Comune di Teramo si è anche adeguato alle nuove norme europee, distribuendo, tra i primi in Italia, il nuovo pass europeo, di colore azzurro, che mette al riparo i disabili da possibili sanzioni derivanti dai diversi ordinamenti e dalle diverse regole vigenti nei Paesi dell’Unione europea. «Chi ha il pass in scadenza – conclude Fracassa – o deve semplicemente sostituirlo perchè ha bisogno di andare all’estero, può rivolgersi all’Urp».

Leave a Comment