"Grillo pigliatutto"….o quasi

TERAMO – L’analisi del voto in Provincia di Teramo evidenzia che Grillo ha picchiato duro soprattutto sul Pd, succhiando voti al Pdl che però riesce a conservare alcune roccaforti. Il Moviento 5 Stelle è infatti il primo partito sulla costa: a Silvi, a Giulianova, a Pineto, e a Roseto dove tira colpi a Ginoble e al Pdl che si era da poco imposto con il sindaco Pavone. Anche la Vibrata si è piegata allo tsunami visto che Alba Adriatica, Martinsicuro, Sant’Omero e Nereto hanno visto i "grillini" imporsi sia alla Camera che al Senato su entrambe le coalizioni, staccate da 5 fino a 10 punti percentuali, come nel caso di Nereto alla Camera. In Val Vibrata, unica isola felice per il Pdl – che stacca Grillo di 10 punti alla Camera e di 13 al Senato –  è Sant’Egidio, grazie "all’effetto Romandini". L’assessore provinciale vibratiano, candidato nelle fila berlusconiane, ha inciso nel suo Comune in maniera considerevole. Il Pdl resiste anche in montagna, dove la coalizione supera di gran lunga il Movimento 5 Stelle a Isola del Gran Sasso, a Castelli, a Crognaleto e a Pietracamela, ma regge bene anche nella Val Fino a Bisenti (Pdl 44%, Grillo 21,3%), a Castiglione Messer Raimondo e a Montefino (dove la coalizione di Berlusconi stacca Grillo di 28 punti) mentre il Pd conserva Arsita (Pd 36%, Pdl 30,2%, Grillo 20%). Tra i Comuni significativi il Pd tiene a Montorio (anche se alla Camera supera il Pdl per poche manciate di voti) ma è eclatante il caso di Bellante dove il partito di Bersani esprimeva come candidato al Senato l”ex sindaco Renzo Di Sabatino: qui Grillo ha stravinto con il 36% alla Camera contro il 26,2% del centrosinistra, mentre al Senato il movimento ha staccato il Pd di 5 punti. E’ significativo anche il risultato del centrodestra a Campli. Qui, dove governa l’amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Giovannini ed era importante la candidatura al Senato di Elio Sottanelli per M5S, la coalizione di Berlusconi ha staccato tutti di almeno 10 punti, sia alla Camera che al Senato.

Leave a Comment