Verrocchio (Pd): "Ora un bagno di umiltà"

TERAMO – "Sapevamo che nella nostra provincia sarebbe stata una sfida difficilissima, perché avevamo contro quattro capilista regionali nella provincia del governatore della Regione, ma a me non piacciono le foglie di fico ed è ovvio il dato finale che deve far riflettere tutti". Questo il commento del segretario provinciale del Pd Robert Verrocchio, alla lettura dei dati definitivi delle elezioni politiche 2013. "A Teramo avevamo contro una batteria di fuoco impressionante. Avevamo di fronte a noi la sfida più difficile in Abruzzo. È vero che rispetto al Pdl abbiamo ottenuto più voti e che il centrodestra teramano è ormai un caravanserraglio, ma è chiaro che il risultato del Movimento 5 Stelle nella nostra provincia e anche in alcuni particolari territori deve far fare a tutti un bel bagno di umiltà. Dobbiamo capire questo voto di protesta e dobbiamo trovare le risposte, altrimenti verremo meno al nostro compito. Ci troviamo di fronte ad un risultato che ha cambiato la faccia politica del Paese e che non può non farci riflettere. Questo voto ci ha detto che il nostro Pd deve aprire porte e finestre ed essere capace di farsi contaminare da una società che non è più quella di dieci anni fa o anche cinque anni fa. Nessuno può più pensare di fermare le lancette dell’orologio. Siamo di fronte ad un impegno epocale che deve partire da oggi, anche qui a Teramo, per il quale nessuno può tirarsi indietro e che avrà bisogno anche delle forze fresche della nostra società e del nostro partito, soprattutto per affrontare gli importanti appuntamenti che abbiamo di fronte".

Leave a Comment