Scoperti 38 cuccioli stipati in due auto, due denunce

TERAMO – I carabinieri di San Benedetto del Tronto hanno scoperto durante un controllo al casello dell’autostrada A14 38 cuccioli di cane di varie razze trasportati in condizioni non idonee e diretti a teramo. Dopo una serie di accertamenti veterinari, i militari hanno denunciato due persone per maltrattamento di animali in concorso e traffico illecito di animali da compagnia. I cagnolini di razza sharpei, bouledog francese e inglese, pinscher, yorkshire, volpino, chihuahua, barboncino, husky, cavalier king, shitshu, maltese, erano stipati dentro dei trasportini all’interno dei bagagliai di una Fiat Multipla e di una Opel Vectra. Provenienti dalla Slovacchia, le bestiole sono state introdotte illecitamente in Italia ed erano verosimilmente dirette verso un allevamento di Teramo. I cuccioli erano privi di sistemi per l’identificazione individuale e sanitaria, mentre sono in corso accertamenti per stabilire l’età dei cuccioli, che dovrebbe comunque essere inferiore alle 12 settimane, limite minimo previsto dalla legge per il trasporto e la commercializzazione. A condurre i controlli, insieme ai carabinieri, anche personale del Corpo Forestale dello Stato. I denunciati erano alla guida delle due auto: G.L., di 36 anni, pregiudicato, residente a Valle Castellana e E. S., di 40 anni anni, slovacco. I cuccioli, riscaldati e ristorati, sono stati sequestrati, posti a disposizione dell’autorità giudiziaria ed affidati al canile comunale. Sono in corso anche indagini per stabilire la destinazione dei cagnolini, probabilmente già ordinati da ignari acquirenti delle province di Ascoli e Teramo. il valore di acquisto medio dagli allevatori in Slovacchia si aggira sui 250 euro a capo, in Italia sarebbero stati rivenduti a somme variabili tra 800 e 1.200 euro, per un valore commerciale complessivo di circa 30 mila euro.

Leave a Comment