Evasione fiscale, un protocollo d'intesa tra il Comune e la Guardia di Finanza

TERAMO – Comune di Teramo e Guardia di Finanza insieme nella lotta contro i furbetti dei tributi locali. E’ stato siglato questa mattina il protocollo d’intesa tra Comune e Gdf per il contrasto all’evasione sulle tasse locali e sull’illecita percezione delle prestazioni sociali agevolate, anche per quanto riguarda gli alloggi popolari. «Ci troviamo – ha spiegato il sindaco Maurizio Brucchi – in un momento particolarmente difficile sia per le famiglie sia per le casse dell’Ente. E’ giusto però puntare sulla legalità, stanando gli evasori soprattutto per consentire a chi ha realmente diritto di usufruire delle agevolazioni previste dal Comune. E’ importante infatti sottolineare che, verso chi ha realmente bisogno, il Comune attua delle forme di agevolazione, prevedendo anche dei pagamenti rateizzati, mentre non ritengo giusto che chi ha le risorse a disposizione faccia il furbo a scapito degli altri». Grazie alla sigla del Protocollo Comune e Gfd potranno incrociare le loro banche dati, in particolare quella relativa all’Anagrafe tributaria. Le irregolarità riscontrate, verranno segnalate al Comune e, nel caso di reati penali, anche alla Magistratura. «Ringraziamo il Comune per la sensibilità mostrata verso questo argomento – ha commentato il generale Francesco Attardi, presente alla firma insieme al comandante Pietro Pelagatti – visto che si tratta di un’azione soprattutto a tutela delle fasce più deboli, che si inserisce a pieno titolo nella lotta agli sprechi e all’evasione fiscale». A breve verrà inoltre istituito anche un Comitato esecutivo tra Comune e Gdf.

BENE L’IMU, MALE LA TIA – Se sull’Imu il Comune è arrivato ad incassare circa il 90% del previsto (13,2 milioni di euro su 13,5), sulla Tia il livello di evasione è molto più alto. I controlli si concentreranno anche sugli alloggi popolari, che attualmente, vengono assegnati tramite autocertificazione. Un capitolo a parte riguarda chi non paga le rette degli asili e delle mense scolastiche: nel 2012 il Comune ha incassato circa 20 mila euro in meno rispetto al dovuto.

VOGLIA DI LEGALITA’ – Crescono in numero esponenziale le denunce, anche non anonime, al numero verde della Guardia di Finanza, il 117. «Nel 2012 – afferma Attardi – le segnalazioni sono aumentate del 92% rispetto all’anno precedente. La gente è più attenta e più sensibile su certe tematiche, in particolare ci segnalano la mancata emissione di scontrini e fatture, oltre denunce sul lavoro nero». La Gdf ha anche potenziato i controlli sul territorio, non solo sull’evasione e sulle frodi fiscali, ma anche nella lotta al contrabbando e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Molto diffuso, anche il provincia di Teramo, soprattutto sulla costa, è il reato di evasione internazionale. 

Leave a Comment