Ladri di auto inseguiti per Martinsicuro: uno finisce in manette

TERAMO – Erano stati inseguiti lungo le sterpaglie sulle rive del fiume Tronto, dai poliziotti che li avevano soorpresi a bordo di un’auto rubata dopo due tentativi di furto nell’Ascolano: la prima auto l’aveva lanciata in corsa contro altre in sosta e nel corso della notte erano riusciti a rubarne altre due, nei pressi di Mosciano. La terza macchina, un’Audi A4, è stata però notata a Villa Rosa di Martinsicuro e gli agenti delle squadre mobili di Teramo e Ascoli si erano appostati per individuarli. Dopo ore di appostamento, sul posto sono giunti tre cittadini albanesi che hanno tentato di salire sull’Audi. Alla vista dei poliziotti si osno dati alla fuga ma uno di loro, Klejdi Karai, 24enne albanese con precedenti penali, è stato bloccato. E’ stato possibile rintracciare la sua abitazione ad Alba Adriatica e nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti oggetti in oro, borse firmate rubate in un negozio di Porto San Giorgio (Fermo), oroli e 500 euro in contanti oltre a banconote di diverse valute estere. Nell’appartamento c’erano due donne albanesi di 29 e 26 anni che sono state denunciate per ricettazione. Karaj è stato posto in stato di fermo di polizia giudiziaria per i tentativi di furto ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e rinchiuso nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato. Nel corso dell’inseguimento uno degli agenti è rimasto ferito a un ginocchio.

Leave a Comment