Saldi in rosso per il commercio teramano. Ma piace la Fidelity Card

TERAMO – Bilancio nero quello dei commercianti tracciato nell’ultimo giorno dei saldi invernali che ha registrato un –30% negli acquisti effettuati lo stesso periodo dello scorso anno. “Se consideriamo che già nel 2012 il calo è stato degli stessi punti percentuali è evidente che la crisi ha bisogno di risposte incisive e volte a restituire soldi in tasca alle famiglie e che le liberalizzazioni hanno solo peggiorato la situazione”. La pensa così il presidente comunale di Confesercenti del consorzio “Shopping in Teramo Centro”, Giancarlo Da Rui, che al di là dei noti problemi legati alla scarsa disponibilità dei parcheggi e ai costi, denuncia lo stallo da parte dell’amministrazione comunale. “ A piazza San Francesco ci sono circa 60 stalli a disposizione, sono state disegnate le strisce blu ma non sono mai entrati in funzione, stessa cosa per il parcheggio all’interno del cortile dell’ex carcere. Che fine hanno fatto quegli stalli? Abbiamo gli stessi problemi da tre anni, abbiamo fatto numerosi incontri, ma come associazione di categoria non abbiamo potere per incidere direttamente se non fornire il nostro parere. Siamo a disposizione per un confronto con la Tercoop e con le società d parcheggio, ma serve che la politica decida”. Intanto se le spese dei saldi sono andate a picco, più fortuna hanno le fidelity card che sembrano riscuotere maggior interesse per i consumatori. Da domani infatti i negozi aderenti all’iniziativa del consorzio dei commercianti del centro storico, riconoscibili dalle vetrofanie distintive, inizieranno a caricare i punti sulle tessere consegnate ai clienti che sono apparsi entusiasti della possibilità di accumulare punti , dunque sconti e agevolazioni, nelle attività di fiducia. Le Fidelity card verranno consegnate gratuitamente dopo la compilazione di un modulo con dati personali. Per ogni euro speso, l’esercente caricherà altrettanti punti sulla scheda in dotazione, unica per tutto il circuito. Ogni negozio stabilirà poi le soglie dei punti raggiungibili che daranno diritto a dei buoni sconto negli stessi esercizi commerciali accumulati. Il sistema è stato attivato attraverso il circuito “Moneta più” consultabile anche on line per conoscere i negozi che aderiscono in tutta Italia.

Leave a Comment