La rapina alla Tercas con l'auto rubata a un dipendente

MONTORIO – Sono serrate le indagini dei carabinieri per individuare e acciuffare i rapinatori che ieri mattina hanno assaltat la filiale della Tercas di Montorio in largo Rosciano, portando via un bottino di 23mila euro dopo aver preso a schiaffi un cassiere. Dagli elementi emersi dalle indagini dei militari del reparto operativo di Teramo, si rileva un particolare curioso e beffardo nell’azione dei malviventi: la Lancia Lybra sulla quale hanno raggiunto Montorio e con cui si sono allontanti dopo la rapina, era stata rubata a Teramo nella mattinata a… un dipendente della Tercas. Si tratta di un teramano che non lavora in un’altra filiale del gruppo e non a Montorio. Mentre si vagliano le immagini delle telecamere a circuito chiuso e si mettono insieme le testimonianze di chi ha assistito al colpo, si riflette sull’emergenza rapine in provincia di Teramo che negli ultimi mesi hanno avuto una pericolosa recrudescenza. Dallo scorso mese di settembre sono state 5 le filiali Tercas rapinate, una addirittura a Teramo in via Savini, ma più in generale i colpi alle banche ammontano a 11, 5 dei quali da inizio anno. Se si aggiungono a queste anche le rapine a privati o ai supermercati, si arriva a 17 da settembre. Un vero e proprio colabrodo, una vera e propria emergenza alla quale si comincia a guardare con un pò di preoccupazione.

Leave a Comment