La Asl riserva 60 parcheggi alle categorie protette

TERAMO – Nuovi parcheggi dedicati alle categorie protette in arrivo, prima dell’estate, all’ospedale “Mazzini”. Il problema dell’ “inciviltà sociale” è stato al centro di una riunione che si è tenuta ieri sera alla Asl. L’incontro è scaturito dalla constatazione che i posteggi riservati alle persone non autosufficienti, ai nefropatici, ai malati oncologici, ma anche ai donatori di sangue, erano spesso occupati dai non aventi diritto. Un fenomeno difficilmente arginabile, anche richiedendo l’ausilio dei Vigili urbani, perché il Codice della strada non prevede questo tipo di posteggi, quindi la scorrettezza non può essere di fatto sanzionata. La soluzione adottata dalla Asl, agli interventi del Direttore del Dipartimento dei Servizi e del geometra Pio Cecchini, è quella di riservare tutto il parcheggio del secondo lotto, che comprende 60 stalli, alle categorie protette. Si sta anche pensando di installare delle telecamere di controllo per monitorare l’area. «Rinagrazio la Asl – afferma l’assessore Giorgio D’Ignazio, che più volte aveva segnalato la questione all’azienda sanitaria locale – per aver dato seguito a quanto promesso, riservando gli stalli non solo alle categorie protette ma anche a chi si occupa di volontariato e ai donatori di sangue».

 

Leave a Comment