Lo sport e la tifoseria teramani perdono il giovane Carmine

TERAMO – Ha vissuto 38 anni mostrando tutte le sue apprezzate doti di giovane imprenditore e grande appassionato di sport. E’ venuto a mancare Carmine Verni, titolare della pizzeria La tana di Lucifero, in pieno centro a Teramo, noto anche per essere stato uno dei fondatori e animatori della tifoseria ultrà del Teramo Baskert. La sua passione per lo sport aveva coagulato attorno a lui tanti giovani che lo avevano seguito nell’iniziativa, sempre in prima linea dove c’era da sostenere la squadra cestistica che tanto ha fatto sognare la città e gli sportivi. Ma Carmine Verni era anche un imprenditore di successo. Nonostante la giovane età, aveva mostrato di avere intraprendenza, intuito commerciale e soprattutto grande voglia di lavorare e mettersi in gioco: dapprima con un servizio gastronomia e catering che aveva messo in piedi a via Oberdan con "VivaCatering" poi con la nota pizzeria di via Campano. Lascia la madre, Marina, e l’adorata sorella Edrita: la data dei funerali non è stata ancora fissata. Il tam tam della notizia ha sconvolto il piccolo ambiente teramano: sono tantissimi gli amici che in queste ore e già da ieri sera si sono raccolti al suo capezzale, nella clinica di Siena dove Carmine ha trascorso le ultime ore della sua vita, assistito anche dalla compagna Valeria. Tra loro c’è anche Luca Antonucci, che ha voluto ricordarlo in queste drammatiche e tristi ore: «Perdiamo un ragazzo di grandissimo valore, un amico insostituibile. E’ andato via troppo presto per tutti noi che lo abbiamo conosciuto: io lo ringrazio per averci dato tanto nel corso della sua pur breve vita». E su Facebook sono centinaia i messaggi di saluto per lui, lui che nel suo profilo del social network aveva scelto di inserire tra le sue informazioni questo che oggi suona, dolcemente, come il suo testamento: «Sono 5 le cose nella vita che non puoi recuperare…. Un sasso, dopo averlo lanciato. Una parola, dopo averla detta. Un’occasione, quando l’hai persa. Il tempo, quando se n’è andato. Una persona, quando muore. La vita è breve. Infrangi le regole. Perdona velocemente, bacia lentamente. Ama sinceramente. Ridi senza controllo. E non rimpiangere nulla che ti abbia in passato fatto sorridere! GODITI LA VITA!».

Leave a Comment