Sanità, Chiodi: "Dopo i risparmi adesso aumentiamo i servizi"

TERAMO – In Abruzzo, dopo i buoni risultati conseguiti dalla Regione nel piano di rientro del deficit sanitario concordato con il governo nazionale, è in atto un piano per il potenziamento delle apparecchiature nei vari ospedali al fine di aumentare la qualità del servizio e assicurare la prevenzione. A fare il punto della situazione è il presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, che è anche commissario per la Sanità, il quale annuncia lo spesa di oltre 40 milioni per dotare le Asl abruzzesi di nuove attrezzature mediche. "In questi anni come commissario alla Sanità – spiega Chiodi – il mio primo obiettivo è stato il risanamento dei conti, dato che il nostro sistema sanitario presentava disavanzi da più di 300 milioni l’anno, poi il recupero di una credibilità a livello ministeriale e nazionale, ora la nostra frontiera è quella di garantire un sistema sanitario di qualità, fatto di ricoveri appropriati, di eccellenze, di personale qualificato e di attrezzature d’avanguardia. L’arrivo programmato di nuovi macchinari ci permetterà di soddisfare la maggiore richiesta dell’utenza sia interna che esterna e di puntare alla riduzione delle liste d’attesa. Sarà possibile così eseguire più velocemente gli esami e aumentare il ventaglio delle prestazioni, migliorando l’efficacia della prevenzione grazie alla presenza nei nostri ospedali di macchinari d’avanguardia". Il presidente entra nel merito, facendo il punto sui vari appalti. Nella Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila nel 2012 sono stati acquistati quasi 4 milioni di attrezzature sanitarie e per altri 4 milioni e 600 mila sono in corso le gare per l’acquisto, tra cui tre nuove Tac, di cui una a 128 strati, ecografi, ecocardiografi, nuova strumentazione endoscopica e un nuovo Fibroscan. La nuova Tac a 128 strati è la più potente nel mondo, essa permette di ‘scannerizzare’ l’intero corpo umano in circa 3 secondi, fornendo ai sanitari una visione completa ad altissima definizione, che agevolerà notevolmente i chirurghi, abbattendo contemporaneamente il tempo necessario per definire le condizioni del paziente e i traumi presenti. Nella Asl di Lanciano-Vasto-Chieti nel 2012 sono stati acquistati più di 6 milioni di attrezzature tra cui Mammografi, Pet-Tac e nel primo trimestre 2013 sono già state avviate gare per 5 milioni per l’acquisto anche di 24 Ecografi per i presidi Ospedalieri e di un acceleratore per radioterapia. La Asl di Pescara nel 2012 ha acquistato più di 2 milioni di attrezzature tra cui 2 risonanze magnetiche nucleari e un microscopio ad alta risoluzione. La Asl di Teramo nel 2012 ha avviato gare per l’acquisto di più di 18 milioni di attrezzature tra cui Tac, Ecografi, Ecocolordoppler, apparecchiature per l’oculistica, cardiologiche, endoscopiche e polmonari.

Leave a Comment