Pasquetta, nelle oasi Wwf per una gita fuori porta

TERAMO – Le oasi del Wwf aprono le porte per le tradizionali gite fuori porta di Pasquetta immersi nella natura. Dal Veneto al Salento, dalla Lombardia alla Campania, passando per la Toscana e l’Umbria, sono diversi gli appuntamenti lungo la Penisola per assaporare l’inizio della primavera. Per tutto il weekend saranno aperte le oasi di Burano, di Orbetello e Bosco Rocconi in Toscana, insieme all’Oasi Valle della Buora in Veneto. Domenica di Pasqua la scelta sarà tra l’oasi di Astroni in Campania, un incredibile ritaglio di natura nel cuore di Napoli, e l’oasi umbra di Alviano che, dopo mesi di chiusura per ripristinare i percorsi e le strutture danneggiati dalla violenta alluvione del novembre 2012, riaprirà i cancelli al pubblico per scoprire la garzaia presa d’assalto dagli aironi cenerini, osservare il volo degli uccelli, i segreti dello stagno e le tracce degli animali del bosco. A Pasquetta sono in programma iniziative speciali all’oasi di Le Cesine, in Salento, con laboratori didattici per i bambini e per le famiglie in visite guidate, a piedi o in bicicletta, alla scoperta delle orchidee selvatiche e dei prodotti tipici locali. Più a nord l’oasi Bosco di Vanzago organizza visite guidate nei sentieri che nel sottobosco già si animano con le prime fioriture. Sarà possibile visitare anche Ripa Bianca di Jesi nelle Marche, l’oasi di Bosco Camerine in Campania, l’oasi Gole del Sagittario in Abruzzo e Valpedrina in Lombardia. Per chi vuole trascorrere qualche giorno fuori, infine, sono a disposizione tre proposte di 2-3 giorni, pernottando in agriturismo e visitando le oasi di Miramare, Burano e le Grotte di Bussento.

Leave a Comment