I versi di autori emergenti di scena a TeramoPoesia

TERAMO – Saranno Franco Buffoni, Elio Pecora e Giovanna Rosadini a dar vita giovedì 4 aprile, con inizio alle 18,30 nella Sala San Carlo a Teramo, al secondo appuntamento di TerAmoPoesia che si avvale anche quest’anno della direzione artistica di Silvio Araclio. L’introduzione alle letture sarà di Daniela Attanasio. Dopo il successo registrato nella giornata inaugurale di questa edizione 2013 – il 21 marzo scorso con la performance di Sonia Bergamasco e Canio Loguercio – saranno tre importanti poeti contemporanei, a presentare al pubblico teramano le poesie di tre giovani esordienti da loro stessi selezionati. Alla fine delle letture, che saranno affidate alla voce dei giovani autori e poi a quella di Bartolomeo Giusti, attore diretto e apprezzato dai maggiori registi del teatro italiano, una ristretta giuria sceglierà l’esordiente più convincente che riceverà un attestato di presenza e l’invito a partecipare come ospite-poeta alla prossima rassegna di Teramopoesia. A chiusura di questa settima edizione, giovedì 11 aprile, un incontro particolarmente stimolante: il ritorno alle radici della nostra poesia moderna con gli interventi di Emanuele Trevi e Paolo Di Paolo, scrittori di due diverse generazioni delle quali hanno dato, nei loro libri, un’intensa testimonianza intrisa di autobiografia e invenzione. La conversazione dei due autori sulla lirica amorosa del XIII e XIV secolo, sarà incentrata sulla loro personale lettura dei sonetti della Vita Nuova di Dante e del Canzoniere di Petrarca. Una scelta di versi da queste due opere, è affidata alla lettura di Carlo Orsini, attore caro al pubblico teramano e che per anni è stato la voce della RAI in Abruzzo. TerAmoPoesia è un piccolo festival sulla poesia che ha come obiettivo l’Osservazione della Realtà Poetica Contemporanea. La manifestazione si è imposta brevemente nel panorama nazionale come una tra le più interessanti del settore ed è stata ampiamente segnalata e seguita, oltre che dalla stampa regionale anche da quella nazionale.

Leave a Comment