Il pianista Ramin Bahrami in concerto a Teramo

TERAMO – Lunedì alle 21 nella Sala San Carlo è in programma un nuovo appuntamento per la Stagione dei Concerti della Primo Riccitelli con il flautista Massimo Mercelli e il pianista Ramin Bahrami. Il programma, interamente dedicato al genio e all’arte di Johann Sebastian Bach come ormai consuetudine per Bahrami, prevede l’esecuzione di quattro Sonate per flauto e pianoforte e sarà preceduto, alle 18 nei locali della libreria “La Nuova Editrice” in Corso San Giorgio, da un incontro durante il quale l’artista presenterà il suo nuovo libro, “Come Bach mi ha salvato la vita”, edito da Mondadori. La centralità della figura di Bach nella vita umana e artistica di Bahrami, unanimemente considerato uno tra i più interessanti interpreti bachiani a livello internazionale, è ancora una volta l’elemento intorno al quale ruotano le sue ultime scelte. “Mago del suono…poeta della tastiera…sono solo alcune delle definizioni con cui la critica internazionale ha omaggiato negli ultimi anni questo pianista nato a Teheran che ha studiato in Italia da esule politico sotto la guida di Piero Rattalino e, da subito, impostosi da protagonista nelle più prestigiose sale da concerto di tutto il mondo. Incide in esclusiva per Decca-Universal. Il concerto teramano lo vede insieme a Massimo Mercelli, allievo prodigio di Larrieu e Jaunet, a diciannove anni già primo flauto alla “Fenice” di Venezia. Direttore artistico e fondatore dell’Emilia Romagna Festival e vice presidente dell’European Festival Association, ha una intensa e regolare attività concertistica con artisti internazionali quali Bashmet, Rampal, Morricone, Bacalov, Quarta, Penderecki, Glass, Nyman, e con formazioni come I Musici, i Wiener Symphoniker, la Moscow Chamber Orchestra, i Solisti della Scala.

Leave a Comment