L'Anpi celebra i partigiani fucilati a Cartecchio

TERAMO – L’Anpi ricorda i partigiani fucilati a Cartecchio il 13 aprile 1944. Sabato, in collaborazione con il Comune e la Provincia, in piazza Sant’Agostino si terrà la celebrazione del 69° Anniversario dell’esecuzione fascista. Questi i nomi dei partigiani arrestati nella zona di Montorio che, dopo un processo sommario, furono fucilati a Cartecchio da un plotone fascista del Battaglione M: Erminio Castelli, di Valle Castellana, 21 anni, Sergente degli alpini, Elio De Cupis, di 19 anni, Medaglia d’oro della Resistenza, nato ad Aggius, Sergio Cucchierato, nato a Mestre, 20 anni. Sarà deposta una corona d’alloro sulla lapide realizzata dall’ANPI lo scorso anno, che si trova sulla parete dell’edificio di Sant’Agostino, oggi Archivio di Stato, già carcere giudiziario. Subito dopo avrà inizio la commemorazione dei tre giovani Partigiani, alle presenza degli studenti delle scuole superiori,  con i Saluti di Mirko De Berardins, Segretario Provinciale dell’ANPI. Interverranno poi: Antonio Topitti, Presidente della Sezione ANPI di Teramo, il Sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e il Presidente della Provincia Valter Catarra. Concluderà la Celebrazione il senatore Antonio Franchi, presidente provinciale dell’Anpi.

 

 

Leave a Comment