"Ali d'Oro" per i bambini dell'Anffas

TERAMO – Con la realizzazione di una palestra a disposizione dei bambini ospiti dell’Anffas Onlus di Teramo, si conclude il progetto-volume “Il cono si racconta” promosso dall’azienda Ali d’Oro che ha inteso fondere cultura e impresa attraverso la penna di giornalisti e scrittori, che hanno raccontato il cono gelato con una storia, una fiaba e che lo hanno reso protagonista di un’immagine”. Oggi nella sede della Fondazione Anffas di Sant’Atto, c’è stata infatti l’inaugurazione della palestra attrezzata per l’età evolutiva dei ragazzi che necessitano delle terapie della struttura e che è sata realizzata grazie ai ricavi del volume realizzato con i racconti degli autori presenti alla cerimonia. La struttura sarà operativa già da lunedì prossimo. “Abbiamo voluto – ha spiegato Paolo D’Angelo direttore amministrativo della Fondazione Anffas Onlus – dare alla palestra il nome Ali d’Oro sia perché realizzata grazie all’impegno dell’azienda promotrice dell’iniziativa, sia per il valore simbolico che l’utilizzo delle attrezzature contenute potrà consentire ai bambini di volare verso una vita migliore. Ringraziamo fortemente tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto: oltre all’Ali d’Oro nelle persone di Antonella e Vanni Di Giosia, anche il Rotary Club Teramo, la Kico Home Elements della famiglia Grossi, gli scrittori e i giornalisti Antonio D’Amore, Franca Scagliarini, Antonello Foglia, Patrizia Di Donato, Fiore Zuccarini, Caterina Falconi, Francesco Camerino, Patrizia Lombardi e Simone Gambacorta, la curatrice del libro Antonella Gaita e gli editori Paolo Ruggieri e Paola Vagnozzi dalla Duende Edizioni”.Sandra Di Nardo, Responsabile Tecnico Amministrativo, ha illustrato nel dettaglio il progetto: “Si tratta dell’allestimento di una nuova area palestra, individuata nei locali del piano seminterrato, organizzata e strutturata in modo tale da poter essere totalmente dedicata ad utenti dalla seconda infanzia all’età preadolescenziale. L’allestimento risiede nella dotazione di specifiche e particolari attrezzature di tipo motorio-psicomotorio composte di materiali predisposti per il movimento e cognitivo-comunicativo composte di materiale per stimolazione relazionale e cognitiva. La possibilità di poter usufruire di un sistema di attrezzature interattivo e facile da utilizzare funge, oltretutto, da veicolo emozionale”. Don Gabriele, parroco di Sant’Atto, ha infine benedetto la palestra, alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Fondazione Anffas Onlus, Enzo Di Emidio; del Presidente Incoming del Rotary Club Teramo, Bernardo Cardinale e del Segretario Vincenzo Magnano. Il progetto dell’azienda si rinnoverà il prossimo anno con una seconda edizione che verrà abbinata a sostegno di una nuova inizativa benefica.

Leave a Comment