Un teramano, Davide Orsini, vince il "Rome Indipendent Film Festival"

TERAMO -Si è concluso ieri il RIFF (Rome Indipendent Film Festival ) e la rassegna ha premiato, come Miglior film italiano, l’opera prima di Stefano Lodovichi “AQUADRO”, autore con il teramano Davide Orsini, del soggetto e della sceneggiatura, che già avevano ottenuto importanti riconoscimenti: finalista al “Solinas Experimentia 2011”, I° premio per la sceneggiatura al concorso“Mattador 2012” alla Fenice di Venezia. E’ proprio dalla giuria del “Solinas” e dal giovane produttore della “MoodFilms”, Tommaso Arrighi, che parte l’idea della realizzazione di film a basso budget da proporre sulla Rete. Rai Cinema sostiene il progetto e l’avventura comincia: nasce un film che, con appena 300000 euro, riesce ad emozionare e far pensare, offrendo una rappresentazione del mondo dei giovani, delle loro fragilità, dei comportamenti, delle scelte che li aiutano a crescere. Un mondo da cui gli adulti sono significativamente e drammaticamente assenti, dove le risposte le relazioni si costruiscono e si distruggono sul web. E’ un film sincero, delicato, maturo, realizzato da un gruppo di giovani: tutti, dagli autori ai tecnici ( come assistente operatore ha lavorato anche un altro giovane teramano, Gianni Chiarini), dai musicisti agli interpreti, tutti sono under 30. L’opera è la dimostrazione che, anche con pochissimo denaro, ma con un già alto livello professionale, si può realizzare un lavoro di qualità, dando spazio a idee, capacità, entusiasmo. Il film è fruibile in free streaming fino al 13 maggio, cliccando su CUBOVISION AQUADRO-la prima volta non si scorda mai

Leave a Comment