"Tesori" teramani in mostra: al via le Giornate del patrimonio culturale

TERAMO – La città mette in mostra i suoi gioielli più preziosi. Da giovedì fino a mercoledì prossimo si terranno le “Giornate del patrimonio culturale della Città di Teramo”, con una serie di appuntamenti che spaziano tra mostre, visite guidate, proiezioni di film, concerti e laboratori didattici. Un evento che permette di “viaggiare” tra i luoghi della memoria e gli “spazi”, anche virtuali, del futuro. «Abbiamo coinvolto – spiega il sindaco Maurizio Brucchi – moltissimi enti, associazioni e realtà culturali, come “Spazio tre”, la “Benedetto Marcello”, la biblioteca “Delfico”, il Braga, l’Università, l’Archivio di Stato, la Team, la Soprintendenza, Emergency, l’Arssa, e l’Istituto Pascal-Comi». In particolare, gli studenti dell’Istituto superiore, parteciperanno all’iniziativa con il progetto Alternanza scuola/lavoro, facendo da ciceroni nelle visite guidate alla scoperta dei beni archeologici. «Si tratta – afferma la direttrice dei Civici musei Paola Di Felice – di una manifestazione che abbiamo intenzione di riproporre anche il prossimo anno. All’interno di questa iniziativa presenteremo anche un nuovo metodo per la fruizione dei beni culturali in maniera virtuale, direttamente sul telefonino». Durante tutta la settimana si potranno visitare i siti archeologici e le mostre, partecipare agli eventi che verranno organizzati in tutti gli spazi culturali della città, dal museo archeologico all’Arca,  e anche all’interno del sito archeologico del Teatro romano, dove il 23 si terrà un evento dal titolo "Musica e versi nell’anticob teatro", in collaboraizone con "Spazio tre" e il "Braga". Si parte quindi giovedì, alle 10 del mattino, all’Auditorium della Sala San Carlo con la proiezione del film “Pianeta verde”, in collaborazione con l’Università e il Wwf. Alle 17 alla Pinacoteca civica ci sarà l’apertura al pubblico del deposito delle opere d’arte conservate in questo spazio durante l’esposizione di mostre temporanee nelle sale della Pinacoteca, che resterà aperta fino al 25 aprile. Alle 17,30, al Museo Archeologico, si terrà la presentazione del volume “Luigi Cavacchioli: scultore”, a cura del critico d’arte Gianluca Berardi e Paola Di Felice, alle 19 ci sarà l’inaugurazione della mostra, alla Pinacoteca civica “Note elegiache e riti poetici nell’arte di Luigi Cavacchioli scultore”, con 40 opere dell’artista, fino al 21 maggio. Il sindaco Brucchi ha inoltre ricordato che, nonostante le difficoltà economiche, proseguono i progetti di valorizzazione del patrimonio culturale, citando anche il Castello della Monica, per il cui recupero si stanno cercando fondi da privati.

 

Leave a Comment