Ritrovato il materiale storico rubato al museo di Montepagano

ROSETO – I carabinieri della stazione di Notaresco hanno denunciato a piede libero tre persone accusate di ricettazione, nell’ambito della indagini sulla serie di furti messi a segno sul litorale rosetano. I.D.B., 27 anni di Notaresco, L.B. (40) di Silvi Marina e C.M. (57) di Roseto hanno subito delle perquisizioni personali nel corso delle quali è stato rinvenuto materiale rubato. In particolare, i militari hanno rinvenuto una bicicletta, francobolli, uno scrigno in legno pieno di monete antiche, banconote storiche e un documento a firma di re Vittorio Emanuele III sulla costituzione del comune di Montepagano, oltre a un orologio da donna e gemellii per camicia: si tratta cioè di parte della refurtiva del colpo al museo civico di Montepagano e alla Villa Comunale di Roseto. Soddisfazione, al proposito per il recupero del materiale storico di grande valore è stata espressa dalla direttrice e dal personale del museo, che hanno pubblicamente ringraziato gli uomini diretti dal maresciallo Francesco Ruscio . Nei giorni scorsi proprio i carabinieri di Notaresco avevano arrestato un cittadino bulgaro trovato in posseso di monete antiche facenti parte dello stesso stock trafugato al museo.

Leave a Comment