Il convitto e la scuola di Villa Vomano salvate dal ridimensionamento

TERAMO – Non verrà soppressa la prima classe della scuola primaria di Villa Vomano né verrà ridimensionata la scuola primaria del Convitto Delfico. E’ quanto emerso da un incontro che l’assessore alla Pubblica Istruzione Piero Romanelli ha avuto con il nuovo provveditore Massimiliano Nardocci e l’assessore regionale alla Formazione Paolo Gatti per discutere della problematica relativa all’ipotesi ridimensionamento dei due istituti scolastici. Durante l’incontro, informa una nota, si è parlato a 360° della situazione delle scuole della nostra Città sotto l’aspetto dell’offerta formativa e della professionalità dei docenti e presidi e il risultato è stato un giudizio estremamente positivo. In considerazione del precedente incontro di Romanelli con il Antonio Lattanzi, dirigente dell’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” che include il territorio della Frazione di Villa Vomano, in seguito al quale è stata espressa la volontà di dare nuovo slancio alla Scuola Primaria di Villa Vomano per incrementare il numero degli iscritti, il provveditore si è convinto a mantenere la prima classe della primaria. Inoltre a seguito dei contatti avuti con la Dirigente Scolastica del Convitto, Loredana Di Giampaolo e il rappresentante Antonio Capelli, si è convenuti al mantenimento della scuola primaria. Questo è stato possibile in quanto si è riconosciuta alla scuola l’importante funzione di sostegno alle famiglie che essa svolge. Soddisfazione ha espresso l’assessore Romanelli secondo cui il risultato di conservare l’offerta formativa e tutelare i bisogni delle famiglie è stata possibile grazie alla collaborazione di tutti i livelli istituzionali.

Leave a Comment