Paolo Tancredi: «Incomprensibili le polemiche sulla sala Ipogea»

 TERAMO – «Le polemiche sull’Ipogeo? Solo una brutta figura del centrosinistra». Così il sindaco Maurizio Brucchi, presente oggi insieme al deputato Paolo Tancredi e alla direttrice dei Musei Paola Di Felice alla presidente della Fondazione Crocetti Carla Ortolani alla preview della mostra che sarà inaugurata oggi pomeriggio, risponde alle accuse della minoranza. «Non si è trattato – afferma Brucchi – di una scelta estemporanea, ma presa da tempo in accordo anche con l’onorevole Antonio Tancredi, con cui abbiamo concordato la nascita di un Museo della scultura  dedicato a Crocetti e Pagliaccetti. La polemica è stata incentrata anche sulle dimensioni della sala: non è certo da questo che si valuta la grandezza dei due artisti, il cui valore è indiscutibile, tanto che su questo si è accesa in passato anche una querelle con il Comune di Giulianova, che desiderava le opere». Brucchi puntualizza inoltre che «in quattro anni, nonostante la crisi, abbiamo fatto molto per il patrimonio culturale teramano, abbiamo riaperto i siti archeologici e il Teatro romano, abbiamo inaugurato l’Arca e ora anche questo nuovo Museo della scultura». Un Museo, come sottolineato da Paola Di Felice, che è pensato come ampliamento della Pinacoteca civica. «Il centrosinistra – accusa Brucchi – è bravo solo a criticare: loro cosa hanno fatto? Io ricordo solo Exempla, nel caso dell’Ipogeo, invece, i soldi sono stati spesi bene». Una polemica «incomprensibile» secondo Tancredi che specifica anche la sala ipogea sarà aperta oggi, in occasione dell’anniversario della scomparsa dell’onorevole Antonio Tancredi ma che «a settembre, in occasione del centenario della morte dell’artista a Fondazione Crocetti organizzerà una mostra a Palazzo Venezia». La presidente della Fondazione, Carla Ortolani, aggiunge inoltre che finora sono stati realizzati solo tre comodati gratuiti, uno con la Farnesina, l’altro con lo Stato Pontificio e quello con il Comune di Teramo. «Le opere dei due artisti – afferma Di Felice – sono state disposte insieme, in una sorta di continuum ideale e di “dialogo”, quasi come si trattasse di due vite in parallelo». L’appuntamento per l’inaugurazione è per oggi alle 18.

VIDEOSORVEGLIANZA CONTRO I VANDALI MA…SPAZIO ALL’AMORE – Un aspetto importante, visti anche i recenti atti di vandalismo che hanno colpito l’Ipogeo, è quello della videosorveglianza, garantita dalla presenza delle telecamere di sicurezza. Il sindaco Maurizio Brucchi, però, ha deciso di creare uno spazio dedicato, per così dire, all’espressione dei giovani. Lo ha chiamato, ironicamente, “Vico degli innamorati”, dove saranno sistemati dei panelli, su cui si potrà scrivere con un pennarello. 

IL MINISTRO QUAGLIARIELLO ALL’INAUGURAZIONE – Presente al taglio del nastro anche il ministro Gaetano Quagliariello, presidente di Magna Carta, che ha annunciato la volontà di intitolare all’onorevole Antonio Tancredi la sezione abruzzese  dell’associazione. «L’onorevole Tancredi – ha detto Qaugliariello – era un uomo con un profondo senso delle radici, con un amore naturale per il bello e per l’arte. Ha lasciato un segno profondo anche sull’attuale classe dirigente, e sulla sua città che amava tanto». 

Leave a Comment