Da settembre i certificati del Comune si stampano on line

TERAMO – Abbattere tempi e costi della burocrazia per venire incontro alle esigenze dei cittadini, azzerando le file e le lunghe attese. Questo lo scopo del progetto “Certific@te” che rientra nel più ampio disegno di “Teramo città telematica”. I risultati di un lavoro che è durato un intero anno sono stati presentati questa mattina, alla sala San Carlo, dall’assessore all’Informatizzazione e alla Pianificazione strategica Giacomo Agostinelli e dal responsabile del Ced, Roberto Angelini, alla presenza del sindaco Maurizio Brucchi del Governatore Gianni Chiodi e del Rettore dell’Ateneo teramano Luciano D’Amico. L’incontro è stato moderato dalla responsabile dell’Urp Annalisa Di Giammarino, che ha collaborato fattivamente al progetto. «Uno degli aspetti più tangibili e rivoluzionari – ha affermato Agostinelli – riguarda l’informatizzazione del settore Urbanistica, e, in particolare, la possibilità per professionisti, aziende e semplici cittadini di stampare direttamente dal sito del Comune il certificato di destinazione urbanistica, che, grazie al timbro digitale, ha anche valore legale. Siamo l’unico Comune in Italia a permettere questa semplificazione che davvero rappresenta un aiuto concreto verso l’utenza che potrà stampare in tempo reale il certificato, senza muoversi da casa o dall’ufficio». Con l’aiuto di partner, come la Digitecno, il Comune è anche riuscito a digitalizzare tutto il Piano regolatore generale, comprese le varianti,  a riportarlo sul catasto e a rendere tutto visibile tramite Google Maps. In sostanza sarà possibile visualizzare ogni particella del proprio terreno, con tutte le informazioni relative a dimensioni, destinazione d’uso ed eventuali vincoli, comunali e non. «I vantaggi sono notevoli – ha aggiunto Agostinelli – soprattutto perché prima per ottenere questo tipo di certificato servivano dai 15 ai 20 giorni».  Il sistema non sarà valido solo per l’Urbanistica, ma anche per tutti i certificati relativi al settore Anagrafe, e permetterà di pagare on line tutti i servizi comunali, dagli asili nido ai trasporti, sia con la carta di credito che con Mav e bonifici.  Nel corso dell’incontro è stata presentata anche una dimostrazione pratica di come sarà possibile, a partire dal primo settembre, stampare i certificati direttamente da casa.  «Si tratta – ha concluso l’assessore – di un lavoro di squadra, che ha visto coinvolti il Ced,l’Urp, l’ufficio urbanistica e l’anagrafe, oltre a partner privati come Digitecno e Tin, che ringrazio». Intanto si pensa già alle prossime implementazioni, tra queste anche la pubblicazione dei progetti urbanistici in 3D sul sito del Comune, che permetterà di visionare in anteprima come saranno realizzate le opere pubbliche, e anche i progetti presentati dai privati, e la loro collocazione nel tessuto urbano. A margine del convegno il governatore Gianni Chiodi ha così dchiarato: «Motore della crescita è il capitale umanoma anche tutte quelle infrastrutture moderne capaci di trainare la crescita culturale della pubblica amministrazione. L’Abruzzo sta cogliendo queste occasioni e la nostra pubblica amministrazione ha ampi margini di vantaggio nell’impiego delle tecnolgie che permettono di semplificare la macchina amministrativa".

Leave a Comment