Castrogno vince i Giochi senza frontiere delle frazioni e quartieri

TERAMO – E’ stato il gioco finale, il quinto, quello ideato e proposto dagli studenti dell’Università di Teramo – partner della competizione assieme al Club Interamnia – a rivoluzionare la classifica finale e a decretare la vittoria di Castrogno nella nona edizione dei Giochi senza Frontiere delle frazioni e dei quartieri. La riuscita manifestazione ideata dal Comune di Teramo ha visto la partecipazione di 16 squadre tra rappresentative di frazioni , associazioni e quartieri della cinta urbana: Castagneto, Castrogno, Cerreto, Colleatterrato, Forcella, Frondarola, Gammarana, Miano, Piano D’Accio, Piano della Lenta, Rapino, Sardinara, Scapriano, Specola, Spiano, Varano, Viola e Bellante – Borgo Trinità. Numeroso il pubblico che ha affollato le tribune di piazza Martiri e che hanno applaudito le performances, in molti casi anche molto divertenti, dei giovani e meno giovani che hanno provato a conquistare per la loro "contrada" il premio finale, sotto la sapiente regia dell’assessore comunale agli eventi Guido Campana. La vittoria finale, dunque, a Castrogno che ha ricevuto il riconoscimento direttamente dalle mani del Governatore, Gianni Chiodi, che era presente alla manifestazione. Alle spalle di Castrogno, seconda piazza per la asquadra della Specola, al terzo Rapino, poi Bellante e Piano della Lenta; il premio simpatia è andato al team di Frondarola.

Leave a Comment