Al via "Tesori di Fattoria"

TERAMO – Torna a Gulianova “Tesori di Fattoria”, giunta alla sua 12° edizione, che rappresenta la vetrina delle produzioni agricole di qualità e dei prodotti tipici tradizionali del nostro territorio. Saperi e sapori della tradziione contadina sono i protagonisti della kermesse, organizzata dalla Cia (Confederazione italiana agricoltori): visitando la mostra-mercato si potranno gustare prodotti come la “ ventricina teramana”, i formaggi tradizionali, i vini doc, docg di qualità, l’olio extra vergine d’oliva ed altro ancora. La manifestazione sarà caratterizzata anche da un angolo di espositori di prodotti biologici. “Tesori di Fattoria” si svolgerà da domani al 21 Luglio, la manifestazione propone anche una serie di eventi collaterali, come la Sfilata dei trattori d’epoca, la premiazione delle borse di studio “ Massimo Cerasi” per le migliori tesi di agraria della università di Teramo, oltre ad un’area enogastronomica per degustare i prodotti tipici della cucina teramana.  Ogni sera inoltre ci sarà l’esibizione di un gruppo folcloristico, quest’anno all’interno del programma la novità sarà il Laboratorio indirizzata agli amanti del gusto, tanto esperti quanto neofiti, infatti nei giorni di venerdì 19, sabato 20 e Domenica 21 Luglio dalle ore 21:00 presso la Terrazza del Kursaal di Giulianova, verranno invitate le Aziende viticole del territorio provinciale, regionale e nazionale che porteranno i loro vini in degustazione in abbinamento con dei prodotti tipici del territorio: Pecorino di Farindola, Ventricina Vastese, Mortadella di Campotosto. Inoltre, durante queste serate, saranno portati in degustazione alcuni formaggi della Regione Sardegna con la conduzione delle due serate dal sommier Paolo Lauciani, mentre la domenica sarà di scena la degustazione dell’olio extravergine di oliva con la guida di due esperti del mondo olivicolo, Angela Canale e Mauro Monaco. La cultura e la tradizione popolare verranno infine riproposte con una interessante mostra storico-fotografica che fa rivivere le suggestioni di un passato recente del nostro territorio.

Leave a Comment