Pensioni: Poste spiega ai teramani come riscuoterle se si è in vacanza

TERAMO – Il prossimo giovedì negli uffici postali di Teramo e provincia verranno liquidate le pensioni di agosto. In tutta la provincia vengono erogate mensilmente circa 47mila pensioni e di queste più di 33mila (il 70%, è il dato più alto in Abruzzo) vengono accreditate gratuitamente sul Libretto di Risparmio Postale. Inoltre, più di un pensionato teramano su due (18mila) che ha scelto di accreditare la propria pensione sul Libretto di Risparmio, è già titolare di una Carta Libretto Postale che, come spiega una nota di Poste italiane – consente alcun vantaggi. La Carta Libretto consente infatti di riscuotere senza alcun costo il rateo, o parte di esso, non solo presso gli sportelli Postamat, ma direttamente presso gli sportelli di qualsiasi ufficio postale del territorio nazionale, anche senza avere con sé il Libretto. Inoltre, non ha costi di gestione, dura cinque anni e viene rinnovata automaticamente alla scadenza. Soprattutto nel periodo estivo avere la possibilità di prelevare la propria pensione nel luogo scelto per le vacanze è una grande opportunità che la capillarità di Poste Italiane consente di mettere a disposizione dei pensionati. Ogni titolare della carta, spiega il comunicato di Poste italiane – può prelevare fino a 600 euro al giorno per un massimo di 2.500 euro mensili dagli sportelli Atm Postamat; mentre per i prelievi dall’ufficio postale non esistono limiti se non quelli della disponibilità sul Libretto. I pensionati con accredito della pensione sul Libretto che hanno richiesto la Carta Libretto Postale usufruiscono di un plafond assicurativo di 700 euro a copertura dei rischi per eventuale furto, rapina o scippo dopo aver ritirato denaro negli uffici postali o dallo sportello Postamat.

Leave a Comment