Mastelli condominiali per il vetro e calendario "differenziato" per centro e periferia

TERAMO – Raccolta differenziata, qualcosa, a partire dal prossimo anno, potrebbe cambiare e migliorare le abitudini dei teramani. Dopo quasi quattro anni dall’introduzione del porta a porta, il servizio è stato ben rodato e recepito dai cittadini e dagli esercizi commerciali. La Team, sulla base di uno studio approfondito sui circuiti, è pronta ad apportare alcune modifiche al calendario della raccolta, da concordare con il sindaco e l’amministrazione, per ottimizzare il servizio e rispondere alle esigenze delle utenze commerciali e di quelle domestiche. Si pensa, in particolare, ad un servizio “personalizzato” e “differenziato” per i commercianti: sicuramente i negozi del centro hanno esigenze diverse rispetto a quelli della periferia. Attualmente, ad esempio, il vetro viene raccolto tutti i giorni nelle utenze commerciali, anche se alcune non hanno questo bisogno, quindi si sta pensando di aggiungere un terzo passaggio settimanale per la plastica, riducendo quello del vetro. Per quanto riguarda il cartone, si pensa ad un passaggio “differenziato”, ossia tutti i giorni nel centro e meno assiduamente (un giorno sì e uno no) in alcune zone periferiche, dove ci sono nuclei artigianali che dispongono di magazzini decisamente più ampi rispetto al centro. Qualcosa cambierà anche per le utenze domestiche: attualmente le maggiori lamentele riguardano la raccolta del vetro, troppo rumorosa. Si sta quindi pensando di avviare in via sperimentale la raccolta condominiale, con un unico grande contenitore che possa essere utilizzato da tutti gli inquilini dello stesso stabile, e che potrà essere svuotato in orari diversi, ossia in tarda mattinata, per non disturbare il sonno notturno. Anche in questo mese di agosto la raccolta differenziata non andrà in vacanza e non subirà delle modifiche agli orari e ai giorni stabiliti.

VECCHI E NUOVI PROBLEMI – Quello delle micro discariche, segnalate in questi giorni a più riprese, è un problema in realtà annoso, che nasce dal mancato senso civico di alcuni cittadini. Su questo punto fa chiarezza Rita Di Ferdinando, responsabile della comunicazione della Team. «E’ bene precisare – afferma – che, secondo la convenzione siglata con il Comune – la Team non ha il compito specifico di bonificare le micro discariche, ma lo fa ugualmente, dietro segnalazione e incarico ufficiale del Vigile ecologico e dell’Ufficio ambiente. Siamo intervenuti a Carapollo, che è un  percorso che facciamo spesso, e conosciamo le zone più a rischio, come ad esempio, quella di Cavuccio, dove, probabilmente, saranno installate anche delle telecamere di controllo». La Team, negli ultimi giorni, è stata impegnata anche nella pulizia del tratto della Teramo-Mare interessato dal terribile incidente che è costato la vita ad un autotrasportatore. Ai vecchi problemi si aggiungono adesso anche i nuovi: da quando il servizio porta a porta è entrato in vigore in alcuni Comuni limitrofi, come Campli, Montorio e Torricella, alcune zone del teramano, tra cui anche la stessa Cavuccio, sono state “prese di mira” dai furbetti della differenziata, un po’ come facevano all’inizio alcuni teramani.  

Leave a Comment