Sorpresi a smontare uno scooter rubato, arrestati giovanissimi teramani

TERAMO – Due giovanissimi teramani sono stati arrestati e un minore è stato denunciato dopo essere stati sorpresi da una Volante a smontare uno scooter rubato per recuperare i pezzi di ricambio. E’ accaduto stanotte alle 3.50 quando una pattuglia – allertata da un cittadino che aveva telefonato al “113” notando i tre ad armeggiare intorno ad un motorino – è sopraggiunta sul posto boccando C.N. di 18 anni e P.L. di 19 anni. I ragazzi, che hanno tentato di allontanarsi all’arrivo della Polizia, sono stati fermati e non sono riusciti a spiegare cosa facessero a quell’ora in via Pilotti. Non sono stati nemmeno in grado di fornire ai poliziotti i documenti del ciclomotore che risultava anche mancante di targa e con segni di effrazione al blocco di chiusura. I due giovanissimi ladri hanno alla fine confessato di aver rubato il ciclomotore in sosta fuori da un’abitazione a Varano, di aver gettato la targa tra alcune sterpaglie a Colleatterrato, per smontare il mezzo e recuperare i pezzi. Nel corso dell’interrogatorio hanno inoltre ammesso di essere stati aiutati da un “complice” di appena 15 anni, scappato all’arrivo della Volante. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato anche alcuni cacciavite utili a smontare la carrozzeria. I due maggiorenni sono stati arrestati e messi ai domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre il minore, anch’egli teramano, è stato rintracciato e denunciato.

Leave a Comment