Disoccupato e senza alloggio tenta di dare fuoco al Comune

TERAMO – I carabinieri di Roseto hanno arrestano ieri un disoccupato, A.D.V. 47enne del luogo, nel tentativo di dare fuoco alla sede del municipio esasperato dalla mancata assegnazione di un alloggio popolare. Da diversi mesi senza lavoro, l’uomo aveva già presentato al Comune domanda per l’assegnazione di un alloggio dove andare a vivere con la convivente incinta. L’ente intanto, nelle more dell’assegnazione di una casa, aveva sostenuto le spese per sistemare i due in una pensione nelle vicinanze di Roseto. Questo non è bastato, visto che nella tarda mattinata di ieri, l’uomo ha riempito una bottiglia di benzina a un distributore di carburante da dove ha iniziato a urlare le sue intenzioni di incendiare il Comune. I passanti che lo hanno udito hanno avvisato i Carabinieri della locale Stazione, che in pochi minuti presidiato la zona antistante il palazzo comunale. All’arrivo del disoccupato, che ha tentato di introdursi come se nulla fosse in municipio, i militari lo hanno perquisito e trovato effettivamente in possesso della bottiglia con la benzina, sottoposta a sequestro.Alle prime contestazioni l’uomo ha ammesso di vivere una situazione di difficoltà ma di non avere intenzione di fare nulla di male. I militari hanno evitato il panico dei presenti cercando di dissimulare sul posto sia il motivo del fermo sia le intenzioni dell’uomo. Tuttavia per scongiurare pericoli per la pubblica incolumità, A.D.V. è stato arrestato e trattenuto nella camera di sicurezza della stazione di Roseto in attesa dell’udienza di convalida fissata per oggi.

Leave a Comment