Biancone è fuori dal canile, adottato da Olivieri

TERAMO – Ha trascorso appena quattro giorni nel canile sanitario di Castellalto, Biancone. Il pastore abruzzese simbolo di piazza Martiri, adottato simbolicamente da decine e decine di teramani, adesso è stato adottato veramente da qualcuno: Marcello Olivieri, il presidente dell’Associazione Teramo Vivi Città. La Asl, ovvero il direttore del servizio veterinario, Lino Antonini, ha prestato il consenso alla richiesta di affidamento presentata da Olivieri e prima ancora del termine del periodo di osservazione, ha deciso di consegnarlo a chi ne ha fatto domanda. Oggi, poco dopo mezzogiorno, Olivieri (come mostrano le foto che lui ha distribuito su Internet) ha prelevato il cane e lo ha portato a casa. Starà lì obbligatoriamente fino al 19 settembre e quotidianamente sarà visitato da un veterinario della Asl che dovrà accertarne le condizioni sanitarie e soprattutto quelle comportamentali. Lo stesso Olivieri ha fugato ogni dubbio o incertezza sul futuro del pastore abruzzese: «Biancone è a casa, sta benissimo – ha scritto su Facebook –  e rimarrà sempre con me».

Leave a Comment