Disabili, il sub commissario Zuccatelli annuncia la cancellazione dei tagli

TERAMO – «Impegno formale a rivedere tutto il sistema dell’assistenza ai disabili». Lo ha assicurato questa mattina il sub commissario regionale alla sanità Giuseppe Zuccatelli, nel corso dell’audizione in Quinta Commissione (Affari sociali, tutela della salute). «Sono molto soddisfatta di come si è svolto questo incontro – sottolinea  la Presidente della Commissione Nicoletta Verì – perché  Zuccatelli non solo ha dato la disponibilità  a modificare il decreto, ridefinendo la regolamentazione delle attività residenziali e semiresidenziali destinate ai disabili, ma ha anche condiviso i contenuti della risoluzione approvata ieri in Consiglio regionale, assicurando che verrà cancellato il taglio del 5 per cento dei fondi destinati all’assistenza ambulatoriale e domiciliare». Con il sub commissario è stato affrontato anche il nodo della compartecipazione alle spese sanitarie, che diventerà progressiva in base al reddito dell’utente. «La Commissione – continua Verì – ha chiesto inoltre a Zuccatelli che vengano messi a disposizione dei consiglieri i risultati dei tavoli tecnici attivati dal commissario, per consentire una verifica degli obiettivi raggiunti e l’eventuale introduzione di correttivi. Anche su questo aspetto il sub commissario si è detto disponibile ed è un segnale di apertura importante, che restituisce al Consiglio regionale la possibilità di condividere le strategie messe in campo nel settore sanitario, nonostante il regime commissariale non obblighi affatto Zuccatelli a confrontarsi con noi».

IL PD: «LA DISCUSSIONE NON SI FERMA» – L’apertura al confronto da parte di Zuccatelli viene definita «un primo risultato» da parte dei consiglieri del Pd Sclocco, D’Amico e Ruffini. «Zuccatelli – spiegano – ha preso l’impegno di informare la V Commissione dei risultati dei Tavoli Tecnici istituiti per rivedere i tagli alla riabilitazione. Finalmente la Commissione torna a giocare un ruolo ed  a proporsi come parte attiva dei processi che interessano questioni importanti come le prestazioni riabilitative. Non saremo più gli ultimi ad essere informati di questioni così importanti ma le decisioni passeranno attraverso una discussione che coinvolgerà anche la parte politica.». I consiglieri del PD hanno inoltre chiesto a Zuccatelli che i tagli previsti dal decreto n.51/2013 debbano avere decorrenza dal 1 gennaio 2014, ma su questa proposta il sub commissario non ha preso impegni, dichiarando invece che verranno pagate le prestazioni effettuate dalle strutture fino al mese di settembre. Resta ancora da chiarire cosa accadrà per le prestazioni che saranno effettuate nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2013. «La discussione – aggiungono i consiglieri – si è infine incentrata su un’altra vicenda delicata come la compartecipazione delle prestazioni socio-sanitarie. Zuccatelli ha riferito che è sua intenzione tornare a discutere anche di questo aspetto in V Commissione e che tale confronto avverrà al termine dei lavori dei Tavoli Tecnici istituiti dallo stesso sub commissario con le strutture al fine di operare una ricognizione puntuale delle esigenze di tutti». I consiglieri invitano quindi il Presidente Gianni Chiodi e il sub commissario Zuccatelli a «rinviare le date previste per la sottoscrizione degli accordi convenzionali tra la Regione e le strutture riabilitative, all’esito dei lavori che i Tavoli Tecnici opportunamente istituiti rimetteranno alla Regione stessa».

I

Leave a Comment