Disservizi acqua, Federconsumatori prepara la class action

TERAMO – Federconsumatori Abruzzo organizza una class action per il risarcimento dei danni procurati dai disservizi nell’erogazione dell’acqua. In qusti giorni sta infatti invitando gli utenti e gli operatori economici che hanno subito danni certificabili a causa delle emergenze idriche, a documentarli presso le sedi Federconsumatori, al fine di valutare la possibilità di una azione legale per il risarcimento. «Federconsumatori – si legge in una nota – ha assistito con crescente indignazione al verificarsi delle emergenze che hanno falcidiato negli ultimi mesi la costa abruzzese ed al concomitante esplodere degli scandali che hanno pesantemente minato la credibilità di alcuni fra i  principali soggetti gestori del servizio (Aca e Ruzzo Reti). Se abbiamo taciuto finora è solo perché volevamo evitare riflessi ancor più gravi sulla stagione turistica, già condizionata dalle interruzioni del servizio e dai divieti di balneazione. Ci rivolgeremo innanzitutto alla Regione Abruzzo – contina la nota – Abbiamo appreso con stupore che da oltre un anno la Regione aveva richiesto ai soggetti gestori la predisposizione dei piani per le emergenze idriche, senza alcun successo e senza trarne alcuna conseguenza. Nel frattempo, agiremo nei confronti dei Soggetti gestori per ottenere la revisione delle Carte dei Servizi al fine di tutelare e risarcire gli utenti colpiti dalle emergenze idriche; rivedere il sistema tariffario allo scopo di introdurre effettive agevolazioni a favore degli utenti che versano in condizione di particolare disagio economico e per eliminare evidenti iniquità (ad esempio il pagamento della quota tariffaria relativa alla depurazione anche nelle zone prive di impianti o con impianti non funzionanti».

Leave a Comment