Ammasso di lamiere sulla Teramo-Mare: doppio incidente, due feriti gravi. Uno estratto dai colleghi di Parolisi

TERAMO – Due tragedie sfiorate, sulla Teramo-Mare, questa mattina verso le 10. Due incidenti a distanza di venti minuti l’uno dall’altro, e il secondo conseguenza del primo, hanno rischiato di rendere pesante il bilancio della mattinata sull’arteria di collegamento al litorale. I due schianti si sono verificati tra i caselli di Bellante e di Sant’Atto, in direzione di Teramo. Nel primo, alle 10, un Tir ha travolto due utilitarie, prima di scontrarsi contro il guard-rail sulla destra del senso di marcia e finire di traverso sulla carreggiata. Come mostrano le nostre foto, la scena che si è presentata ai soccorritori è stata drammatica, ma la condeucente della Yaris nera, P.D.S. di 56 anni, sono per fortuna serie ma non gravissime. E’ uscita da sola dall’abitacolo, è stata trasferita in ospedale con un’ambulanza dela Croce Rossa, ma una volta al pronto soccorso le sue condizioni si sono aggravate, con il sospetto di una emorragia interna. E’ sotto stretta osservazione. Mentre si soccorrevano le persone coinvolte in questo incidente e si formava già una luna fila di auto, con la carreggiata bloccata, il secondo schianto. Allo svincolo di Bellante, due chilometri prima, verso le 10.20, una Citroen C3 condotta da G.F. (51 anni di Rocca Santa Maria), si è schiantata contro un furgonato che aveva rallentato in corsia di marcia in prossimità della coda: il mezzo nell’urto è stato sbalzato a un centinaio di metri di distanza e ‘parcheggiato’ accanto al guard-rail. Il conducente (A.B., 55 anni, di Martinsicuro) è in ospedale ed è stato sottoposto a una Tac urgente, anche lui per sospetta emorragia interna. Illeso chi guidava la Citroen. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, gli agenti della Polstrada e del 118. Una curiosità: i feriti del secondo schianto sono stati soccorsi da quattro soldati del 237esmo Battaglione Rav Piceno, che rientravano ad Ascoli. Sono i colleghi dell’ex caporalmaggiore Salvatore Parolisi, impegnati in un’azione sicuramente migliore di quella del loro più celebre collega. Hanno aiutato i feriti e collaborato nei rilievi con gli agenti della Polstrada. Il traffico sulla Teramo-Mare è ancora bloccato e il fusso di auto viene deviato sulla parallela statale 80 Teramo-Giulianova.

Leave a Comment