Amministratori e aziende a confronto per il "Patto dei sindaci"

TERAMO – Dal fotovoltaico alla casa ad “impatto zero”, dalle auto elettriche alle smart cities: tanti gli argomenti che vengono affrontati oggi, nel corso di un’intera giornata dedicata al Patto dei sindaci, ai risultati raggiunti e quelli auspicati. Gli incontri, iniziati questa mattina alle 10, all’interno del gazebo allestito in Viale Mazzini, vedono coinvolti sia amministratori pubblici, dal presidente della Regione Valter Catarra ai sindaci che hanno sottoscritto il Patto, che prede, entro il 2020, la riduzione del 20% delle emissioni di gas ad effetto serra, e l’aumento del 20% dell’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili, e alle aziende che propongono i loro prodotti ad impatto zero: a queste ultime sono stati dedicati degli stand lungo i Tigli.

LE AZIONI DELLA PROVINCIA – Il presidente Catarra, nel suo intervento,  si è soffermato sull’importanza del Patto dei sindaci, che ha come scopo quello di rispondere ai dettami imposti dall’Unione europea, puntando su efficienza e risparmio energetico, per sostenere l’ambiente. “La Provincia di Teramo – ha ricordato – è stata tra le prime in Europa ad aderire al Patto, ed è stata dichiarata struttura tecnica di supporto dalla stessa Commissione europea. Oggi possiamo dire di avere fatto un buon tratto di strada e di aver contribuito a costruire un modello di esempio in tutta Europa generando, prima sul territorio provinciale,e poi su quello regionale, un movimento di amministratori locali impegnati in quella che forse è la più importante sfida del terzo millennio: contrastare i cambiamenti climatici, ridurre le emissioni in atmosfera, tutelare la qualità della vita, affermare la sostenibilità dei modelli di sviluppo”.

Tra le azioni che la Provincia ha già messo in campo, c’è il supporto ai Comuni nella misurazione dei consumi e nella redazione dei Piani di azione, per l’energia sostenibile. Su 11 edifici scolatici sono stati inoltre installati dei tetti fotovoltaici, abbattendo 240 tonnellate di emissioni inquinanti l’anno, sono stati approvati 7 progetti di efficientamenti in altrettanti istituti superiori, per un investimento di 1,4 milioni. A Teramo è nato inoltre il car pooling, il progetto che vuole incentivare la condivisione dell’auto per studenti e lavoratori che fanno lo stesso percorso, ci sono a disposizione 18 posti auto gratuiti per gli utenti del servizio. La Provincia intende inoltre promuovere nelle scuole il “Patto degli studenti”, per stimolare i giovani al corretto uso dell’energia.

GLI INCONTRI DI OGGI – Tanti i personaggi che si alterneranno: oltre agli interventi istituzionali, tra cui anche quello dell’assessore all’Ambiente Francesco Marconi, che illustra i risultati de Patto, in mattinata ci saranno anche quelli di personaggi ed esperti, come  Chiara Tonelli, ricercatrice universitaria e autrice e conduttrice televisiva, che parlerà della “Casa che verrà”, Luciana Mastrolonardo, che tratterà il tema degli strumenti per raggiungere dell’efficientamento energetico, Ernesto Di Giovanni, che tratterà il tema di “Un villaggio in classe A+”, Questo pomeriggio invece sai parlerà di “Comunità, territori, imprese efficienti ed intelligenti”, con l’esperto di Smart cities Michele Vinello e Marco Santarelli. Ci saranno anche interventi di aziende che operano nel settore dell’energia e un dibattito con i sindaci del Patto a cui parteciperà anche il Governatore Gianni Chiodi.

Leave a Comment