Impresa smaltisce i residui direttamente nei tombini del Corso

TERAMO – Corso San Giorgio continua ad essere un cantiere aperto, ma non per i lavori che ne dovranno cambiare il volto secondo il progetto messo in strada dall’amministrazione comunale. Tra ristrutturazioni di tetti e gronde, mansarde e facciate, sono i camion delle imprese edili a farla da padrone sulla strada principale della città Coin evidenti conseguenze anche sul colpo d’occhio e sulla vivibilità della strada, sempre più resa irrespirabile dai gasi di scarico dei mezzi pesanti. Se da un lato è forte la critica agli uffici comunali che rilasciano autorizzazioni al montaggio e smontaggio di attrezzature nelle ore in cui il Corso è più frequentato (i lavori potrebbero essere realizzati al mattino presto), l’attività di controllo dei vigili urbani è almeno reale. Si apprende così che una delle imprese che stanno operando sul Corso ha rimediato una denuncia penale perchè gli operai sono stati sorpresi a smaltire rifiuti speciali deli lavori del cantiere direttamente… nei tombini accanto ai marciapiedi. Un gravissimo gesto di inquinamento che adesso è alla valutazione del magistrato che potrebbe essere converito in un pesante ammenda.

Leave a Comment