Crognaleto torna a essere patria della castagna

TERAMO – Dal 18 al 20 ottobre torna la Festa della Castagna a Senarica di Crognaleto, la tipica manifestazione autunnale dedicata al pregiato marrone locale (“lu ‘Nzite”), organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune, il consorzio Bim Vomano-Tordino e la Camera di Commercio. Una festa unica nel suo genere, che coniuga l’evento turistico-culturale con l’impegno per il recupero e la salvaguardia del borgo e del notevole patrimonio boschivo locale: il castagneto di proprietà comunale di circa 70 ettari, con alberi del ‘500. La Festa della Castagna si apre venerdì 18 ottobre: la mattina visita delle scolaresche al castagneto; alle ore 17.30, momento della memoria con la presentazione del progetto europeo “Tramontana” (per la documentazione e diffusione dei materiali culturali di comunità montane di lingua romanza) nella Chiesa dei SS. Proto e Giacinto. Dalle ore 20 al via le degustazioni a base di caldarroste, arrosticini, vino novello e birra alla castagne, allietate da intrattenimento musicale. “Un evento reso possibile – sottolinea il sindaco di Crognaleto, Giuseppe D’Alonzo – grazie alla stretta sinergia tra istituzioni e operatori del terzo settore, come la Pro Loco, che contribuiscono con le loro iniziative a tenere vivo e far scoprire il territorio montano e delle sue peculiarità enogastronomiche, culturali e storiche. La Festa della Castagna rappresenta un’occasione per mettere al centro il potenziale dell’entroterra e stimolare, sia gli attori istituzionali che gli investitori privati, a porre una maggiore attenzione alle sue storiche problematiche, incentivando l’economia locale e le opportunità di lavoro per i giovani del luogo. L’auspicio è che i visitatori partecipino, come ogni anno, numerosi a questa tre giorni, ricca di eventi e di appuntamenti culturali”. Tutti gli stand sono gestiti direttamente dalla Pro Loco e gli introiti della Manifestazione andranno come sempre a finanziare opere pubbliche e interventi utili per la comunità di Senarica”. Gli incassi degli anni precedenti hanno finora consentito di realizzare un parco giochi, un campo da bocce in erba sintetica, un monumento ai caduti, di ristrutturare l’antico fontanile, i locali dell’associazione e di dotare il paese di corrimano e staccionate. 

INFO E TRASPORTI. Per raggiungere la Festa sarà disponibile un servizio di bus navetta gratuito, con orari: sabato dalle 10 alle 24 e domenica dalle 9 alle 22 (corse ogni 10 minuti circa). Il traffico sulla Sp 45 sarà interdetto da Tintorale fino a Senarica (escluso per i residenti di Senarica, Piano Vomano e per i possessori del pass viabilità). Per ulteriori informazioni www.senarica.it

Leave a Comment