Di Venanzo, via alle proiezioni dei film dei direttori che saranno premiati

TERAMO – Il Premio Di Venanzo dà spazio ai protagonisti della manifestazione dedicata alla fotografia cinematografica. Da stasera alle 21.30 cominciano le proiezioni dei film in cui hanno lavorato i direttori della fotografia ch riceveranno l’Esposimetro d’Oro nella serata conclusiva prevista sabato prossimo. Si comincia con Profumo di donna (1974) di Dino Risi “fotografato” da Claudio Cirillo a cui la giuria del Di Venanzo ha inteso assegnare il premio alla Carriera. Domani, sempre alle 21 nella sede di Teramo Nostra sarà proiettato in anteprima (in Italia sarà distribuito dal 31 ottobre) il film Miss Violence (2013) di Alexandros Avranas, illuminato dall’autrice della fotografia cinematografica Olympia Mytilinaiou a cui il presidente della giuria Stefano Masi consegnerà sabato prossimo l’Esposimetro d’Oro per la Fotografia Straniera. Il film di Avranas ha sbancato il recente Festival del Cinema di Venezia vincendo il Leone d’Argento per la migliore regia e la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. E’ un film dalle tematiche forti (pedofilia e incesto) magistralmente illuminato dalla direttrice della fotografia greca. Martedì sarà proiettato un altro recentissimo grande successo: La grande bellezza (2013) di Paolo Sorrentino, illuminato da un autentico maestro della luce, Luca Bigazzi, a cui sabato prossimo sarà consegnato l’Esposimetro d’Oro per la Fotografia Italiana. Mercoledì sarà la volta del film fotografato dal direttore della fotografia Giuseppe Ruzzolini a cui quest’anno va l’Esposimetro d’Oro alla Memoria: Il mio nome è nessuno (1973) del regista teramano Tonino Valeri. La presentazione di due libri avrà spazio nel pomeriggio di mercoledì (alle 17.30): Il Mastro della giustizia e Malus abbas scritti entrambi da Raffaele Tassotti.

Leave a Comment