Il violoncellista Misha Maisky apre la Stagione dei Concerti

TERAMO – Gli Archi del Teatro San Carlo diretti da Maurizio Agostini e il violoncellista di fama mondiale Misha Maisky aprono al Teatro Comunale di Teramo la Stagione dei Concerti della Primo Riccitelli mercoledì alle 21. In programma, la Suite per violoncello solo n.1 di J.S.Bach, il Concerto per violoncello e orchestra in do di F.J. Haydn, la Serenata per archi in do maggiore op.48 di Tchaikovskj Di indubitabile fama internazionale, l’Orchestra del Real Teatro di S. Carlo nasce nel 1737 imponendosi come una delle più alte espressioni in ambito musicale classico. E’ stata diretta, tra gli altri, da Toscanini, Stravinskij, Bernstein, Sawallisch, Muti, Abbado, Busoni, Metha, Gavazzeni, Sinopoli, Boulez, Tate, Giulini, Celibidache, Karajan. Innumerevoli le collaborazioni con alcune tra le più grandi voci del panorama musicale internazionale: De Lucia, Caruso, Di Stefano, Krauss, De Monaco, Corelli, Tebaldi, Callas, Kabaivanska, Freni, Caballè, Cossotto e Stignani, Bruson, Nucci, Pavarotti, Domingo,Carreras. Non meno eccezionali le collaborazioni solistiche: Heiftez, Kreisler, Rostropovich, Benedetti Michelangeli, Pollini, Accardo, Kremer, Ciccolini, Ughi, Maiksy, Ashkenazy, Argerich, Rubinstein, Jacqueline Du Prè, Casals, Arrau Tortelier, Richter, Kempff, Magaloff, Yo – Yo Ma. Si è esibita nei più grandi teatri del mondo: Covent Garden, Strasburgo, Parigi, Edimburgo, Budapest, Dortmund, Wiesbaden, New York, Cina, Russia, Stati Uniti, Emirati Arabi, Giappone. Nel 2004 consegue l’ambitissimo“Premio Abbiati” assegnato dalla critica musicale Italiana. Ha detto di Mischa Maisky Rostropovich: "…one of the most outstanding talents of the younger generation of cellists. His playing combines poetry and exquisite delicacy with great temperament and brilliant technique." Nato in Lettonia, ha studiato in Russia e, dopo il suo rimpatrio in Israele, è stato accolto con grande entusiasmo a Londra, Parigi, Berlino, Vienna, New York, Tokyo, e in tutti gli altri più importanti centri musicali. Maisky si considera un cittadino del mondo: “….suono un violoncello italiano, con archetti francesi e tedeschi, corde austriache e tedesche. Mia figlia è nata in Francia, mio figlio maggiore in Belgio, il terzo in Italia e il più piccolo in Svizzera. Guido un’auto giapponese, indosso un orologio svizzero, una collana indiana e mi sento a casa ovunque ci siano persone che amano la musica classica.“ Contratto in esclusiva per la Deutsche Grammophon, ha effettuato più di 30 registrazioni con orchestre quali: Wiener Philharmonic, Berliner Philharmonic, London Symphony, Israel Philharmonic, Orchestre de Paris, Orpheus und Chamber Orchestra of Europe e molte altre. Le sue registrazioni sono state acclamate dai critici di tutto il mondo e sono state premiate per ben 5 volte con il prestigioso Record Academy Prize a Tokyo, 3 volte con il Deutscher Schallplattenpreis, inoltre con il Grand Prix du Disque a Paris e con il Diapason d’Or of the Year, cosi come con le ambite Grammy nominations.

Leave a Comment